Alimentazione a 60 anni, gli errori da evitare per una dieta equilibrata

Salute al primo posto, anche durante il periodo estivo. Nonostante sia il momento più rilassante dell’anno, dedicato allo svago e al divertimento, è importante effettuare scelte positive per il corpo. a partire dall’alimentazione che deve essere equilibrata, nutriente ma anche fortemente idratante e leggera. Lo sanno bene gli over 60, particolarmente attenti al proprio benessere a partire dalla tavola. In grado di funzionare il proprio regime alimentare, in grado della stagione stessa: più calda e afosa.

Nonostante sia facile cedere alle tentazioni, ai piccoli piaceri, è bene scegliere un menu bilanciato che non incida sul benessere dell’organismo, a partire dalla digestione stessa. Ecco come comportasti, come ridurre gli eccessi e quali errori è bene evitare. Concedendosi qualche strappo alla regola, per seguire con più slancio una una dieta bilanciata e idratante.

Estate e alimentazione, gli errori più comuni

La voglia di relax estivo spesso spinge verso un’abbandono delle abitudini del quotidiano, a partire da quelle legate all’alimentazione e al nutrimento. Verso uno stile meno regolare, condito da prodotti non sempre benefici per gli over 60. I famosi strappi alla regola che possono incidere sulla salute, in particolare se si seguono cure e regimi dietetici specifici. Per una vacanza all’insegna della serenità è importante non scivolare nell’errore, evitando scelte non propriamente ottimali. Scopriamole insieme.

  • Idratazione: birra, alcolici, bevande gassate, un mix in apparenza rinfrescante e godibile ma non certo salutare, che può aumentare la disidratazione del corpo alzando anche la pressione;
  • grassi e zuccheri: fritture, alimenti eccessivamente grassi, dolci e gelati troppo calorici, un eccesso di carboidrati, un insieme che non nutre ma appesantisce. Aumentando al contemporaneo i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue;
  • fibra: consumare troppi cibi grassi, oppure eccessivamente carboidrati conditi, non consentire un’assunzione equilibrata di fibre, fondamentali per la salute dell’intestino;
  • menù poco ricco: la ripetitività a tavola è nemica del nutrimento, in particolare se si consumano pasti rapidi, sbilanciati e poco nutrienti, preferendo prodotti preconfezionati, oppure solo cibi freddi, che non soddisfano le necessentamento de soll’stentamentità di;
  • orari: il cambio della regolarità legato ai pasti è un problema per chi deve seguire una routine precisa, con il rischio di saltare gli appuntamenti quali spuntino e colazione;
  • cibi poco nutrienti: un menù povero di nutrimento può mandare il fisico in sofferenza, come ad esempio l’assenza o scarsità di frutta e verdura o di cibi ricchi di calcio, vitamina e sali minerali;
  • cibi crudici: sushi, cruditè di carne o pesce, o anche tartare è meglio evitarli. Come la maionese preparata in casa, tutti i prodotti che subiscono l’effetto negativo del caldo con ripercussioni sull’operatività dell’intestino.

60 circa, la salute inizia dalla tavola

Per una vacanza all’insegna del benessere si deve puntare l’attenzione sull’alimentazione, arginando cattive abitudini e scelte sbagliate. A partire dalla regolarità legati ai pasti, suddivisi in 5 appuntamenti: colazione, pranzo, cena e due spuntini. A partire dalla colazione a base di frutta fresca o secca, in tandem con uno yogurt scremato o delle fette biscottate integrali con marlata, concludendo con una bevandamel calda.

Seguita da uno spuntino a metà giornata, magari un frutto o una spremuta, per poi destinato al pranzo, il pasto più importante delle 24 ore. Che si sviluppa con la presenza di un primo o di un secondo piatto oppure attraverso un’unica pietanza, magari un riso integrale con legumi seguito da un secondo proteico, ad esempio carne bianca con verdure oppure uova o, meglio ancora, pesce con verdure ma sempre di stagione. A metà pomeriggio non potrà mancare uno spuntino leggero con frutta o succo, per derivare alla cena meno affati. Questa dovrà essere più leggera ma non povera di nutrimento, preferendo delle proteine ​​con verdura di stagione e integrale.

Non bisogna dimenticare che è fondamentale idratarsi in modo adeguato, bevendo acqua, tisane, infusi e, ovviamente frutta e verdura ed evitando prodotti troppo calorici o pesanti, ma concedendo al corpo qualche va all piccoreghiolare strappo in casa o uno spaghetto con il pesce. Si può inoltre ottimizzare il luogo delle vacanze per praticare e movimento, perfetti per ridurre i picchi glicemici e ridurre i livelli di colesterolo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.