Campioni: Vince il Liverpool, Ko Tottenham, Porto, Marsiglia e Atletico

Una rete del camerunese nel finale fermo il 2-1 sull’Ajax. A Lisbona, Tottenham battuto dalle reti di Paulinho al 90’e Arthur al 93′. Vincono Bruges (4-0 in Portogallo) e Bayer Leverkusen (2-0 in Cholo) ed Eintracht (1-0 a Marsiglia)

Il Liverpool batte l’Ajax, il Napoli osserva soddisfatto. Conte perde a Lisbona, mentre il Porto crolla contro i baby talenti del Bruges. La seconda giornata della fase a gironi di Champions League comincia nel miglior modo possibile per la squadra di Spalletti: grazie alla vittoria dei Reds (2-1 con reti di Salah, Kudus e Matip all’89’), Di Lorenzo e compagni otterrebbero il primo posto nel gruppo A in caso di vittoria contro i Rangers. In Portogallo abbondano le sorprese: Porto-Bruges finisce 0-4 e lo Sporting batte il Tottenham 2-0 in le retinel final di Paulinho e Arthur Gomes. Fanno festa anche i tedeschi di Bayer Leverkusen ed Eintracht Francoforte, rispettivamente vittoriosi contro Atletico Madrid (2-0) e Olympique Marsiglia (0-1).

sporting lisbona-tottenham 2-0

Dopo un weekend senza giocare per rendere omaggio alla Regina, gli inglesi scendono in campo a Lisbona puntando sui soliti Kane, Son e Richarlison. Conte titolari schiera anche Perisic e Bentancur, in difesa c’è l’ex atalantino Romero. Il primo tempo è equilibrato: Lloris salva su Goncalves, gli Spurs non forzano la giocata e si affidano ai guizzi di Richarlison. Nel recupero lo Sporting sfiora il vantaggio, grazie a un’azione personale di Edwards che dribbla quattro avversari, triangola con Trincao e calcia in porta. Lloris gli dice di no, all’intervallo è ancora 0-0. All’inizio della ripresa sembra tutto un altro Tottenham: Emerson e Perisic si fanno vedere in area di rigore, Adan respinge due tiri del brasiliano e uno di Kane. Lo Sporting trova coraggio dopo il 60′, gli ospiti si schiacciano ma Conte non ci sta e prova a svoltare con Kulusevski. La mossa pare azzeccata, però alla fine la spuntano i padroni di casa. Già 90′ Lloris devia in corner un gran tiro di Pedro Porro, ma proprio su calcio d’angolo arriva l’incornata vincente di Paulinho. Il Tottenham va in trance, nello Sporting entra Arthur Gomes che, dopo qualche secondo, timbra il raddoppio. Il brasiliano parte da sinistra, schiva due difensori e supera Lloris per il definitivo 2-0.

Liverpool-Ajax 2-1

Riduci dalla pesante sconfitta contro il Napoli, i Reds sfidano l’Ajax ad Anfield. Klopp fa riposare Nunez e sceglie Jota con Salah e Diaz, gli olandesi ripropongono il tridente composto da Tadic, Kudus e Bergwijn. Già al 17′ il Liverpool passa in vantaggio con Salah: l’egiziano riceve palla in area da Jota, controlla e infila il doenre olandese. Una decina di minuti più tardi Kudus pareggia i conti con una sassata che finisce nel sette. I padroni di casa non sembrano accusare il colpo e, nel finale del primo tempo, vanno vicinissimi al 2-1: Pasveer però para tutto, tenendo in partita i suoi. Dopo l’intervallo si scatenano i Reds: da Van Dijk a Nunez, passando per Elliott, Luis Diaz e Firmino, tutti ci provano ma nessuno centra il bersaglio. L’impresa riesce soltanto a Matip, all’89’, con un’incornata su calcio d’angolo che Tadic prova a respingere sulla linea di fondo. Nulla da fare, perché la goal line technology strizza l’occhio a Klopp: la palla è entrata in porta, il Liverpool ottenuto tre punti preziosi.

porto-bruges 0-4

Già vittoriosi la scorsa settimana contro il Leverkusen, i belgi partono forte anche in casa del Porto. Al 14′ l’arbitro concede un rigore per fallo di Joao Mario su Jutglà: lo spagnolo si presenta sul dischetto e trova l’angolino, dando il via alla goleada. Nel secondo tempo il Bruges punta a chiudere il match. Ci riesce al 7′ portandosi sul 3-0: al 47′ Sowah si infila in mezzo a tre difensori e batte Diogo Costa, al 52′ arriva anche il primo gol in Champions dell’ex bolognese Skov Olsen. Nel finale festeggia pure il giovanissimo Nusa, norvegese 17enne entrato in campo al 75′. Il suo tiro a incrociare è imprendibile di Diego Costa.

bayer leverkusen-atletico madrid 2-0

Schick da una parte, Morata dall’altra: quella tra gli ex bomber di Roma e Juventus è una sfida nella sfida tra Bayer e Atletico. In avvio di gara, i tedeschi sciupano un paio di chance con Andrich. L’Atletico si difende bene ma è impreciso in attacco: Saul, Felipe e Joao Felix vanno al tiro in più occasioni, senza però trovare il gol del vantaggio. I Colchoneros resistono fino all’85’, poi si piegano proprio alle giocate di Andrich. Il centrocampista firma l’1-0 con un tiro dal limite e all’87’ dà via al contropiede del raddoppio: Frimpong scappa sulla destra e pesca Diaby dall’altra parte, il francese trafigge Grbic per il definitivo 2-0.

marsiglia-eintracht 0-1

Sanchez centravanti, Gerson e Veretout in mezzo, Pau Lopez tra i pali e Under in panchina: il Marsiglia i campioni di Europa League puntando sulle vecchie conoscenze della Serie A. I francesi inizialmente dominano sul piano del gioco e possess il facendo provando ad affondare con il Nino Maravilla e Tavares. Già al 43′ però Bailly e Rongier la combinazione grossa: l’ex United perde palla al limite dell’area, il suo compagno cerca di recuperarla ma di fatto serve un assist al baby Lindstrom. Il 22enne non sbaglia e batte Pau Lopez, regalando il vantaggio ai tedeschi. All’inizio della ripresa, un altro tiro di Lindstrom si stampa sulla traversa: il gol del raddoppio sarebbe fondamentale, Kamada lo realizza all’80’ ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco. Passa un minuto e proprio il giapponese ci riprova, sbattendo contro la saracinesca alzata da Pau Lopez. Poco male, perché alla fine l’Eintracht festeggia comunque.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.