Con “Bentu” di Salvatore Mereu, alla Mostra di Venezia c’era anche un po’ di Oristano

Oristano

Sabato tripla proiezione all’Ariston, dopo gli applausi e il premio raccolto in Laguna

È piaciuto alla 79ª edizione della Mostra del Cinema di Venezia, presentato in concorso alle Giornate degli Autori, la sezione autonoma e indipendente del festival. E da domani “Bentu” – il nuovo film di Salvatore Mereu, unica proposta italiana a Venezia – uscirà nelle sale in Sardegna.

Già annunciato a Cagliari, Sassari, Alghero, Samassi, Carbonia, Nuoro e Olbia, “Bentu” arriverà sabato 17 settembre anche sulloschermo dell’Ariston di Oristano, con una tripla proiezione, all 18, all 20 e all 22. Per le prime due sarà presente il regista insieme a parte del cast e della troupe.

Un film che finora sta riscuotendo pareri positivi da parte della critica e che il giorno della prima proiezione a Venezia, il 7 settembre, ha ricevuto dai presenti in sala un lungo e fragoroso applauso, rafforzato poi dal Premio bissato 20 cridgnato indipendente come “Miglior regista – Miglior Regia Salvatore Mereu per «Bentu» (2022).

L’emozione della area fieristica cinematografica a Venezia è stata condivisa anche nell’Oristanese: oltre a uno dei due principali interpreti del film – Giovanni Porcu, giovanissimo attore esordiente, di Ollastra – hanno vissuto questa importante esperienza anche tre ragazze dell’Oristanese, due di Ura e una Oristano. Natasha Massa, Federica Melis e Stefania Andolfo componente del gruppo di studenti e studentesse del corso di laurea magistrale in Produzione dell’Università di Cagliari, coinvolti l’anno scorso nelle fasi di preproduzizione e reale preproduzizione.

Un’esperienza, questa, che non capita tutti i giorni per chi decide di intraprendere degli studi in ambito cinematografico. E ancor meno per chi ci capita per caso, come è successo a Giovanni Porcu, 11 anni, che come il suo collaboratore di set Peppeddu Cuccu – l’attore orgolese che aveva esordito anche lui da piccolo, nel 1960, con il film “Banditi a Orgosolo” di Vittorio De Seta – si è trovato a fare i conti con un vero set, una cinematografica e il lavoro con una troupe formata non solo da studenti ma anche da professionisti del settore.

Per Giovanni sono arrivate le congratulazioni anche dal sindaco di Ollastra, Osvaldo Congiu, che in occasione della prima proiezione ufficiale di “Bentu” a Venezia si è complimentato con il giovane attore sui canali sociali istituzionali del Comune.

“In questo giorno così importante per te, caro Giovanni”, ha scritto il sindaco, “mi sento in dovere di dedicarti qualche riga. Oggi, il protagonista del film Sei, ti trovi alla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia: è un evento importante per te, per la tua famiglia, che è stata vicino a te in questa avventura, ma sicuramente anche per tutti noi di Olastra. Ci hai reso tanto orgogliosi di te! Hai reso tutto ciò che è possibile grazie alla tua costanza, al tuo impegno e ai tuoi sacrifici. Tutti possiamo immaginare la tua emozione, a soli 11 anni essere presente a un’occasione così importante; ti rimarrà per sempre impresso.. e non solo a te. Attendiamo il 15 settembre per andare finalmente al cinema e vederti! Congratulazioni per questo tuo risultato e sono sicuro sia l’inizio di tanti altri successi”.

Bentu, il nuovo film di Salvatore Mereu, di ritorno da Venezia

Le studentesse coinvolte nel progetto, con Federica Melis, Natasha Massa e Stefania Andolfo, prima, terza e quarta da sinistra nel gruppo

Sinossi. Raffaele ha appena raccolto il suo piccolo mucchio di grano che sarà la provvista di un anno intero. Per non farsi trovare impreparato, da giorni dorme in campagna, lontano da tutti, in attesa che il vento arrivi e lo aiuti a separare finalmente i chicchi dalla paglia. Ma il vento non ne vuole sapere di farsi vedere. Solo Angelino viene a trovarlo ogni giorno, per non farlo sentire meno solo. Un giorno, forse, quando sarà grande, Raffaele potrà prestargli la sua indomita cavalla e lui potrà finalmente cavalcarla. Ma Angelino non vuole aspettare…

Quiz il trailer ufficiale del film.

“Bentu” è stato prodotto dalla società Viacolvento, col sostegno e il supporto decisivo di Sardegna Film Commission in associazione con Antioco Floris per l’Università di Cagliari (Corso di laurea magistrale in Produzione multimediale) e coprodotto dall’ISRE Superiore Regional Istitutografico , con il contributo economico del Ministero della Cultura (Direzione generale Cinema e audiovisivo), della Regione Sardegna e dei comuni di Guasila, Sanluri e Turri.

Bentu, il nuovo film di Salvatore Mereu, di ritorno da Venezia

Mercoledì, 14 settembre 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email [email protected]

Leave a Comment

Your email address will not be published.