Cos’è successo a Lorenzo Insigne: la ricostruzione dei fatti

Il caso, PUBBLICATO:

Tempo stimato di lettura: 4 minuti

LEGGI ALTRI ARTICOLI SUE

calcio

Lorenzo Insignia è stato il grande assenti dell’ultima sfida di MLS del Toronto contro l’Atlanta: cosa può essere successo all’ex giocatore del Napoli.

In MLS è scoppiato il caso Distintivo Lorenzo. Il campione d’Europa con l’Italia di Roberto Mancini, dopo tantissimi anni, ha detto addio al suo amatissimo Napoli per l’ultima grande esperienza della carriera propria e per approdare nel campionato americano alla corte dei canadesi del Toronto. In mesi, l’attaccante è ovviamente diventato l’idolo dei suoi nuovi tifosi, anche se in questi giorni l’ex stella e la bandiera azzurra starebbe attraversando un momento estremamente complicato.

Cosa è successo a Lorenzo Insigne: il giocatore nel consenso partita contro l’Atlanta

Nell’ultima giornata di MLSI l Toronto è stato impegnato nell’insidiosa trasferta contro l’Atlanta, con gli ospiti che sono stati alla fine annichiliti dai padroni di casa con il pesante risultato di 4-2 frutto della tripletta di Purata e del gol di Thiago Almada, che hanno reso inutili o gol di Akinola e di Bernardeschi. Oltre al net ko, a far discutere tra i canadesi è però stata anche l’assenza, impossibile da non notare, Di Lorenzo Distintivoormai stella e punto fermo e insostituibile dei canadesi.

Il ko controllo l’Atlanta rischia di tagliare fuori il Toronto dalla corsa ai playoff. Una debacle probabilmente anche della pesantissima assenza dell’ex stella del Napoli e della Serie A. L’esterno d’attacco ha saltato il match a causa di alcuni problemi personali, con tutti i suoi compagni di squadra che non hanno mancato di mostrargli assoluta e totale vicinanza anche nel corso dell’ultima partita di campionato.

L’assenza del giocatore dalla gara di MLS era stata già annunciata parlava tramite un comunicato, che di come Nel comunicato veniva inoltre spiegato come Domenico Criscito aveva deciso di restare vicino all’ex capitano del napoli e alla sua famiglia.

Insegne assenti contro l’Atlanta: il gesto del porte Westberg

Come detto poco sopra, i compagni di squadra del Toronto non hanno mancato di mostrare la propria vicinanza al giocatore in questo momento. Con un calcio di rigore contro, l’estremo difensore è riuscito a sventare la rete neutralizando il tiro dal dischetto dell’attaccante Araujo. Dopo essersi alzato in seguito all’intervento, il portere ha previsto indicatore con i guanti il ​​numero 24, ovvero che porta sulla maglia Insignia.

Tutto l’ambiente del Toronto, dai giocatori allo staff all’intera società, si stringe dunque intorno al suo campione, colui che è già diventato, nel giro di pochissimo tempo, il vero e proprio simbolo della squadra. La dimostrazione lampante di ciò è costituita appunto in questo gesto di Quentin Westbergche ha probabilmente avuto l’obiettivo principale di far sentire meno solo l’attaccante italiano in un momento così complicato e difficile.

Il gesto simbolico del portere è stato poi evidenziato e sottolineato dallo stesso Toronto. che sui propri canali social ha tenuto a dare il video della parata del calcio di rigore da parte dell’estremo difensore rimarcando ovviamente il successivo messaggio lanciato dal proprio doenre e arricchendo il post con il numero 24 cuseguito da un.

Per quanto riguarda il problema specifico attraversato al momento dal diretto interessato, non è possibile al momento avaznare ipotesi, in quanto la famiglia del giocatore sta cercando come essere di mantenere l’assoluta privacy in merito alla vicenda.

Leave a Comment

Your email address will not be published.