Elezioni 2022, quanto vale il partito dell’antiscienza? | Milena Gabanelli

Siamo un Paese in cui, per citare solo uno dei tanti esempi possibilicome sottosegretario di Stato al ministero dell’Interno nei governi Conte I, Conte II e Draghi abbiamo un deputato che definisce lo sbarco sulla Luna una farsa (Carlo Sibilia, M5S, 20 luglio 2014). In questo contesto, dove i dubbi non sono accompagnati da una domanda che richiede una risposta, bens escludono l’esistenza di una stessa risposta, facilmente intuibile come ogni evidenza possa essere ignorata per acchiappare un po’ di consensi. Il negazionismo impregna la politica (non solo italiana) da decenni, ma con l’ascesa dei populisti e l’esplosione della pandemia l’onda antiscientifica negli ultimi due anni e mezzo decollata. Adesso torna la campagna elettorale: la sfida all’ultimo voto si intreccer anche con un virus non ancora eliminati e la ripartenza in autunno della campagna vaccinale con vaccini aggiornati. Ma quanto vale il partito dell’antiscienza?

L’assalto al bottino di voti

Il segnale di come gli scettici siano considerati un bottino da rappresentare arriva dagli archivi giornalistici, pieni di un dichiarato per le quali non c’ solo riscontro scientifico. Dalla lunga lista ne estrapoliamo alcune:
– 3 novembre 2020 Matteo Salvini (Lega): Con l’Idossiclorochina si evitano ospedalizzazioni e lockdown. Il farmaco per le cure a domicilio dei pazienti Covid gi sconsigliato da Ema e da Aifa e può portare gravi effetti collaterali;
– 18 luglio 2021 Francesco Lollobrigida (capogruppo di FdI alla Camera): Gli under 40 non devono vaccinarsi. I dati dell’ottobre 2021 dicono il contrario: tra i 12-39 anni non vaccinati, contagiati 692, finiti in ospedale 25, uno in terapia intensiva. Fra i vaccinati i contagiati sono 110, ubi ospedalizzato con patologia pregressa;
– 30 luglio 2021 Davide Barillari (consigliere regionale del Lazio, espulso dal M5s): Questa una roulette russa e sei proprio tu a premere il grilletto;
– 7 settembre 2021 Veronica Giannone, (ex 5 Stelle, oggi Forza Italia): I tamponi sono meglio dei vaccini;
– 13 settembre 2021 Roberta Ferrero (Lega) organizza al Senato l’incontro dal titolo: International Covid Summit – Esperienze di cura dal mondo che controlli il promo Covid-19 dieta, nutraceutici, vitamina D e l’uso dell’antiparassitario ivermectina sconsigliato da Ema e Aifa;
– 10 settembre 2021 Bianca Laura Granato (ex 5 stelle, ora Vicepresidente del gruppo UpC-CAL-Alt-PC-AI-Pr.SMART-IdV): I vaccini anti-Covid? Valgono “meno dei cosmetici”, non ci sono dati scientifici ma statistiche suggestive;
– 17 settembre 2021 Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) su Facebookrilanciando un articolo de La Verit scrive: La fondazione Hume certifica – in uno studio del ricercatore Mario Menichella – che le terapie domiciliari abbattono drasticamente la mortalit e l’ospedalizzazione da Covid-19. la rispettabile Fondazione Hume non una societ scientifica ma di diritto privato diretta dal politologo Luca Ricolfic, Mario Menichella un fisico nucleare e non viene riportato nessuno studio validato da riviste scientifiche, ma la riproposizione di cure domiciliari anti-Covid su cui nessuna agenzia regolatoria ha dato il via libera;
– 24 aprile 2022 il senatore Lucio Malan (Fratelli d’Italia) su Twitter: Ben 40 morti improvvisare in 5 giorni. Il dubbio nessuna instillato che le mortisiano state causate dalla vaccinazione anche se non c’ prova;
Giocando sulla stessa suggestione, anche Gianluigi Paragone fuoriuscito dal M5S e leader di Italexit su Facebook (1,5 milioni di follower) pubblica foto choc con morti improvvisare.


Attenzione: lo scetticismo e la diffidenza non sono mai un maleperché attraverso i dubbi che vengono fatte nuove scoperte.

Il problema qui che utilizzato il metodo prevalente quello del cherry picking: io ignoro tutte le prove che potrebbero confutare la mia tesi ed evidenzio solo quelle a mio favore in un discorso caratterizzato da una logica fallace

Si ripropone, dunque, la domanda: quanto pu valere davvero il partito del non ci credo?

Il livello di fiducia nella scienza

Il livello di fiducia o meno nella scienza lo ha misurato in 6 paesi lo studio Peritia: politica, competenza e fiducia (Perizia, Politica, Competenza e Fiducia), finanziato dall’Unione europea e svolto sotto il coordinamento dell’College universitario di Dublino e del Istituto di politica già Collegio del Re di londra. Coinvolto un campione di 12 mila intervistati d’Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania, Norvegia e Polonia. partner italiano l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano con i professori Piero Ronzani e Carlo Martinic. Le percentuali sono calcolate in base alle risposte alla domanda: da 0 a 10 quanto ti fidi degli studenti universitari?. Questi i risultati italiani e il confronto con gli altri Paesi. Gli irriducibili che non si fidano della scienza sono il 10%ossia coloro che hanno espresso un voto da 0 a 3. Dato in linea con la percentuale di over 12 che non ha fatto nemmeno una dose di vaccino (in Germania e Polonia sono il 13%, in Irlanda il 10%, in Uk e Norvegia il 9%). io dubito (voto da 4 a 6) sono il 29% come negli altri Paesi europei presi a campione (pi alta solo la Polonia al 33%). Io convinco sono il 59% vieni in Norvegia, in Germania il 56%, Irlanda 58%, Polonia 51%; pi fiduciosa Uk già al 61%. Non sa l’1-2%.



Chi non si fida della scienza

Il politologo Luca Verzichelli dell’Università di Siena ha poi analizzato per sala dati io dati Peritia per capire chi sono coloro che danno un voto insufficiente (da 0 a 5). La sfiducia si concentra soprattutto nelle classi di et medie: la percentuale di coloro che bocciano gli ombrelli al 29% nella fascia tra 25 e 34 annigià 34% nella fascia tra 35 e 44 anni e al 31% nella fascia tra 45 e 54 annicontro i giovanissimi fra i 18 e 24 anni al 23%io 55-64 già 25% e scivolare 65 già 21%. Nel Centro Sud 29% nel Isolante 33%controlla il 26% nel Nord-ovest e il 24% nel nord est. Già 33% nel sono ruralicontrolla il 25% nel sono urbani. Già 31% tra chi non ha un‘istruzione superiore’controlla il 22% dei laureato.

Il consenso reale

In sintesi: il partito dell’antiscienza sembra avere consensi pi bassi alla visibilità che certe posizioni di scetticismo rispetto sui social e anche nel mondo si trovano politico. Coloro che tendono a non fidarsi della scienzae in particolare degli studenti universitari, sono meno del 30%. Una sfiducia che si concentra principalmente nelle classi di et medie, nelle regioni del Sud e delle Isole, nelle aree rurali e con livello di istruzione pi basso.



io dubito

Un altro studio appena pubblicato sempre dell’Universit Vita-Salute titolo della valle Contrastare l’esitazione sui vaccini attraverso l’approvazione di esperti medici dimostra quanto incide sui dubbiosi la dimostrazione di informazioni. Tra dicembre 2020 e gennaio 2021 viene rivolta a un campione di 3.040 italiani la domanda: Quando il vaccino Covid sar disponibile mi vaccino?. In 369 si sono detti in disaccordo. Il motivo avanzato dagli scettici nel 43% dei casi legato all’approvazione del vaccino considerato troppo veloce. Gli intervistati sono poi stati sottoposti a un messaggio di spiegazione: I vaccini sono stati sviluppati in tempi adeguati grazie al taglio dei tempi morti legati alla burocrazia e agli ingenti finanziamenti.

Risultato: i soggetti a cui viene detto che la fonte del messaggio sono medici esperti nel 3% dei casi cambiano idea

una percentuale piccola, ma in relazione alla popolazione italiana significato di migliaia di cittadini. Vuol dire che i legittimamente dubbiosi, che sono il 29% (vieni emergere dallo studio Peritia), di fronte a spegazioni chiare possono scendere al 26%.



Voti importanti. I partiti, che sulla questione hanno sempre mantenuto una posizione di ambiguithanno allora due strade: spiegano ai loro elettori cosa dice la scienza (poi ognuno libero di decidere), oppure osare gas a quel 10% di irriducibili e alimentare le incertezze dei dubbiosi per portarsi a casa i loro voti. La ricaduta di questa seconda strada nelle parole di Ippocrate: Ci sono nei fatti due cose: scienza ed opinione; la bene generazioni conoscenzala seconda ignoranza.

25 luglio 2022 | 07:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leave a Comment

Your email address will not be published.