GIRO DI TOSCANA 2022. FA FESTA HIRSCHI, SECONDO ROTA

Il 24enne svizzero Marc Hirschic si esalta sulle strade tuscany e mette la sua firma sull’edizione numero 95 del Giro della Toscana, lui che quest’anno aveva già vinto la Per Sempre Alfredo. Il corridore della UAE Team Emirates ha preceduto allo sprint i quattro compagni di fuga, con l’azzurro Lorenzo Rota (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux) al secondo posto, poi i colombiani Daniel Felipe Martínez (INEOS Granatieri), terzo; Einer Augusto Rubio (Team Movistar), quarto e Esteban Chaves (EF Education-EasyPost)

LA CORSA – Ci sono voluti venti chilometri perché prendesse forma la prima fuga di giornata in questo Giro di Toscana 2022, a promu overla in tandem sono stati lo spagnolo Cristián Rodríguez (TotalEnergies) e il figlio d’arte Edoardo Faresin (Fioralf Euromobil). Qualche chilometro più tardi la coppia di testa è stata raggiunta da Umberto Marengo (Drone Hopper – Androni Giocattoli), Mirco Maestri (EOLO-Kometa) Daan Hoeks (Mg.K Vis-Color for Peace-VPM) e Andrea Guerra (Zalf Euromobil Fior ).

Al loro inseguimento, intanto uscivano in tre Mattia Gardi (Beltrami TSA – Tre Colli) e Jan Stöckli (Team Corratec), poco più indietro Adriano Brogi (Giotti Victoria – Savini Due) e Mattia Gardi (Beltrami TSA – Tre Colli) rientrato nei ranghi dopo non molti chilometri.

La competizione ha avuto un sussulto con l’inizio della salita del Monte Serra: lo Cristián Rodríguez ha rotto gli indugi e ha proseguito in solitaria, alle spalle il plotone principale riprendeva Stöckli e Brogi mentre tra gli immediati Rodríguezori .

Al primo GPM del Monte Serra Cristián Rodríguez (TotalEnergies) transitava con 2’20 di rispetto a Umberto Marengo (Drone Hopper Androni) davanti a Mirco Maestri (EOLO-Kometa) e alla coppia in maglia Unguento Euromobil Fior Faresin – Guerra.

Chilometria A35 dal traguardo il è tornato compatto e nel corso del secondo passaggio sulle rampe del Monte Serra, è nata l’azione decisiva: Daniel Martinez (INEOS Grenadiers) ha attaccato tutto gruppo solo, inseguito da Hirschi (UAE Emirates), Rota (Intermarché ) Wanty Gobert), Rubio (Team Movistar) e Chaves (EF Education Easypost), mentre non è riuscito a restare con loro il campione italiano Filippo Zana della Bardiani CSF Faizané e poco prima aveva perso anche il terreno anche Natnael Tesfatsion della Drone Hopper Androni.

A cinque chilometri dalla conclusione, gli inseguitori sono rientrati su Martinez e si è formato così un quintetto con tre colombiani, uno svizzero e un italiano. Un quintetto che è andato a giocarsi la vittoria in volata. A 13″ dai fuggitivi il plotoncino di inseguitori è stato regolato da Alex Aranburu (Movistar Team).

Queste le parole di Marc Hirschic: “Bella gara e ottimo modo per tornare alle competizioni. In salita ho percorso molto, senza riuscire a seguire Martinez, ma sapevo che gli ultimi 20 km di gara ammessi a noi inseguitori di tornare sul battistrada e così è stato. Avevo buone gambe perla volata, sapevo di essere il più veloce: tagliare per primo il traguardo è stata una grande soddisfazione. Sono felice di avere l’opportunità di correre ancora nei prossimi giorni in Italia.

Domani le strade toscana saranno palcoscenico della Coppa Sabatini – Gran Premio città di Peccioli che tutto biciweb vi racconterà ancora una volta in diretta.

in aggiornamento

per rileggere la cronaca diretta dell’intera corsa CLICCA QUI

ORDINE D’ARRIVO

1. Hirschi Marc (UAE Team Emirates) alle 04:53:30
2. Rota Lorenzo (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux)
3. Martinez Daniel (INEOS Granatieri)
4. Rubio Einer (Team Movistar)
5. Chaves Esteban (EF Education-EasyPost)
6. Aranburu Alex (Team Movistar) + 13
7. Kron Andreas (Lotto Soudal)
8. Doppio Paul (MG Kvis)
9. Martin Guillaume (Cofidis)
10. Ponomar Andrii (Tramoggia di droni Androni)

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.