i nomi ei profili IG

Gabriele Renni

Gabriele Renni, 16 anni, viene da Ostia e ne va molto fiero. Si autodefinisce «er mejo de Ostia» e pensa che il gergo romano sia parte della lingua italiana corretta. Nella sua scuola ideal si dovrebbe studiare un po’ meno. «Io faccio il linguistico – racconta – però con lo studio… zero proprio». Ciononostante, a rimetterlo sulla retta via pensa sua madre, insegnante e vicepreside, che lo aspetta al varco ogni volta che non fa i compiti. Calciatore a livello agonistico, il ragazzo tiene particolarmente al proprio aspetto fisico e lo cura con grande attenzione. Al giovane piacciono le ragazze e lui sa di piacere a loro. Su Instagram si chiama @gabrielrennis_ e ha 3000 follower.

Mattia Patane

«Faccio il food blogger, sono bravo a scuola, sono simpatico, dove lo trovate un altro così?». Carattere forte e grande sicurezza in sé stesso, Mattia Patane, 16 anni di Riposto (CT), dopo un passato da bambinocciottello ha deciso di mettersi in forma ed entrare nel mondo del “food”, appassionandosi a tal punto da diventare il punto – secondo lui – food blogger della sua età. Campione scolastico, membro della squadra di dibattito di giovane poeta e filosofo convinto, il siciliano si sente un adolescente al di sopra degli altri. Su Instagram si chiama @_mattiapatane_ e ha 600 follower.

Alessandro Orlando

17 anni di Torre Annunziata (NA), Alessandro Orlando è un ragazzo dai capelli rossi, molto chiarocchierone. Non sta fermo un secondo ed è il casinista della classe. Sempre pronto a combinare qualche marachella, i professori sono spesso costretti a interpellare i genitori. Il papà spera che “Il Collegio” possa insegnare al figlio a rispettare le regole… Appassionato di sport, il giovane ha praticato nuoto, atletica leggera, basket, pallavolo e ora si dedica al calcio. In futuro gli piacerebbe lavorare proprio in questo settore. Ha un prototipo di ragazza ben preciso: deve essere alta, “fisicata” e con un bel fondoschiena. Nel suo vocabolario utilizza la parola «letteralmente» ogni volta. Su Instagram si chiama @alessandrorlando_ e ha 1800 follower.

Davide Di Franco

Davide Di Franco, 16 anni di Bisceglie (BA), «in classe è nella cerchia dei più bravi». A non copia mai e non fa scuola nessuno, tranne chi secondo lui lo merita. Ha pochi amici stretti perché, spiega, «non mi vanno bene tutti… devo selezionarli». Competitivo, severo e ordinato, al ragazzo piace molto trascorrere il tempo facendo gossip. Tipo “perfettino” non sopporta la maleducazione, l’ignoranza e le ingiustizie e non si separa mai dalla sua lacca, elemento secondo lui indispensabile per dedicare la giusta cura a ciuffo e capelli. “Il Collegio”, a sua detta, potrebbe essere un’occasione per confrontarsi con i coetanei. Su Instagram si chiama @davide.di.franco e ha 1000 follower.

Mattia Camorani

«Alla scuola preferisco di gran lunga la riviera romagnola». parola di Mattia Camorani, 15 anni di Faenza (RA), che la mamma definisce «energia pura». Instancabile, il ragazzo adora fare sport, andare a ballare e al mare, trascorrere il tempo con gli amici e divertirsi. Non sta mai fermo né in classe e non sopporta le regole. Dover rimanere seduto al banco per lui è una «prigione». Sicuro di sé e del suo aspetto fisico, il giovane da grande sogna una carriera nel mondo del cinema e non nasconde di riscuotere un certo successo con le ragazze… Su Instagram si chiama @mattia_camorani e ha 3000 follower.

Davide Cagnes

Sotto il ciuffo intoccabile di Davide Cagnes, 17 anni da Montebelluna (TV), si nasconde un seduttore. Gran casino in classe, il ragazzo è il re delle discoteche che definisce la sua «seconda casa». Circondato da molte ragazze, il giovane utilizza la passione che nutre per la musica neomelodica anche come strumento per far colpo sulle sue coetanee. L’adolescente veneto confessa come lo studio non gli sia congeniale. Da grande vorrebbe diventare parrucchiere, cosa per cui si sta formando, e sogna di aprire un salone assieme alla mamma, che già opera nel settore, così da guadagnare «soldi facendo una cosa che mi piace». Su Instagram si chiama @davide._.cagnes e ha 2500 follower.

Tommaso Miglietta, percussionista dall’animo qualsiasi rocchettaro, suona cosa gli capiti fra le mani. Il 14enne di Lizzanello (LE) frequenta il conservatorio e vive con una famiglia di artisti con cui fa tournée in giro per il mondo portando la musica della tradizione pugliese rivisitata in chiave rock. Nonostante sia un batterista dall’età di 4 anni, venga ritenuto un “ragazzo prodigio” e abbia ricevuto nel 2021 il titolo di “Alfiere della Repubblica” per il suo talento, “Tommy” preferisce rimanere umile. Su Instagram si chiama @tommymiglietta_ufficiale e ha 2000 follower.

Apollonario Manfedico, alias “Apo”, è un ragazzo di 15 anni originario del Congo e adottato all’età di tre anni da una coppia di coniugi pugliesi. La sua vita è stata segnata da tante sofferenze, che però l’hanno condotto alla felicità. Non ha mai conosciuto i suoi genitori biologici; quando parla di quelli adottivi gli brillano gli occhi. Il giovane ha un’energia inesauribile e coinvolgente. «Stare fermo sul banco è impossibile, – racconta – io devo ballare!». Una passione, quella per la danza, nata come un «colpo di fulmine» provato dal ragazzo fin da quando ha mosso i primi passi a ritmo di musica. Per lui farsi tagliare i capelli e rinunciare al cellulare potrebbe non essere così semplice… Su Instagram si chiama @

“Il Collegio 7”, chi sono le collegiali?

llo Giada Scognamic

Nonostante l’aspetto da brava ragazza, Giada Scognamillo – 17 anni, da Genova – nasconde un animo da “cattiva ragazza”. «Capita di fare qualcosa di pazzerello, qualche volta», ammette. L’indole un po’ ribelle e le sue bravate, infatti, l’hanno portata a discutere spesso con i genitori, tanto da farla cacciare di casa dal padre. La valvola di sfogo principale della giovane è la ginnastica ritmica, che insegna anche alle bambine più piccole. Nonostante sia molto corteggiata, allo specchio sembra vedere solo i suoi difetti. Su Instagram si chiama @giada.scognamillo_ e ha 2500 follower.

Luna Tota

Tenace e decisa, Luna Tota punta in alto: vuole diventare pilota delle Frecce Tricolori. Studentessa all’Aviation College, la 15enne romana colleziona già due esperienze di volo: una da copilota e una da pilota. Apprezza molto il proprio aspetto estetico, reputa di avere un viso «determinato» e un fisico perfetto per farsi scattare la fotografia in posa. «Sono la principalsa di casa”, racconta la futura collegiale. La giovane, che adora essere al centro dell’attenzione, si definisce «la stella delle discoteche» e si fa conoscere e riconoscere in ogni occasione. Su Instagram si chiama @luna.tota_ e ha 4000 follower.

Giulia Wnekowicz I

Giulia Wnekowicz I – 14 anni da Figline Valdarno (Fi) – si destreggia tra mazzi di carte e cubi di Rubik, ma la magia non è la sua sola passione; infatti, sogna di studiare oncologia pediatrica e arrivare un giorno a salvare delle vite. Approfondisce tutto quello che le piace ea scuola non si tira mai indietro nel difendere i diritti delle sue compagne. Parla cinque lingue e tra bisnonni asiatici, nonni russi e parenti sparsi per il mondo, si può considerare una cosmopolita, un po’ maga e un po’ professoressa. Su Instagram si chiama @magic.giuly e ha 1200 follower.

Priscilla Savolelli

Priscilla Savolelli ha 15 anni e viene da Gandino (BG). I campi da basket sono il suo scenario prediletto; grancassa, rullanti e piatti i suoi compagni più fedeli. Bergamasca doc, è batterista, ma anche cantante e appassionata di musica. Alla giovane piace differenziarsi dalle sue coetanee e uscire in gruppi di ragazzi più grandi. La ragazza confessa, poi, di «essere un po’ vecchio stampo». Tra i suoi tanti interessi c’è, infatti, anche quello per gli oggetti “vintage”, come francobolli e monete, che colleziona, e la predilezione per i motori di qualche anno fa. Su Instagram si chiama @priscillasavoldelli e ha 2400 follower.

Zelda Nobilic

Zelda Nobilic, 15 anni, è nata a Milano ma vive a Trieste e deve il suo nome alla famosa principala protagonista del videogioco omonimo. «So di essere strana, ma chi se ne frega!», dice raccontandosi. Grande studiosa di storia, latino e italiano, non è la solita secchiona che passa ore sui libri di scuola, a lei basta poco. Appassionata di fumetti e film, per la giovane tutto può diventare un meme e nessuno può sfuggire al suo black humor. A detta della madre, spesso, la diversità nel tipo di hobby che la figlia coltiva rispetto ai suoi coetanei rende i rapporti con loro difficili. Su Instagram si chiama @zelda.nobili e ha 130 follower.

Marta Maria Erriquez

Marta Maria Erriquez nasce nel 2006 sotto il segno dell’ultimo global vinto dall’Italia e il calcio è il suo sport del cuore. Studia per diventare bartender e sognare di partire per l’America. Come i cocktail che prepara, la 16enne di Venaria Reale (TO) mette del suo in ogni cosa che fa e ama essere una figura di riferimento per gli altri. A gonne e top preferisce pantaloni larghi e magliette, però precisa, «non mi piace intestinale etichette, la mia identità di genere è una cosa che sto scoprendo piano piano e il mio vestirmi non rappresenta il mio essere femmina o il mio esse rappresenta me, rappresenta “Erri”», come si fa chiamare dagli amici. All’interno de “Il Collegio” la giovane spera di riuscire a combattere le proprie battaglie una alla volta, «esponendo – chiarisce – le mie problematiche ei valori nel modo più corretto miei possibili».

Sofia Brixel

Studia scienze umane ma sogna un futuro da modella Sofia Brixel, influencer, 16 anni di Chiavari (GE). «Spero di realizzare questa cosa, però comunque ho un piano b, – racconta – quello di diventare psicologa». Seguitissima online, la ragazza ammette «sui social è bello ballare, ma ogni tanto bisogna fermarsi e pensare». Per questo, oltre a parlare di sé, la giovane ha scelto i attraverso il suo profilo web da ricordare la sorella, scomparsa a soli 18 anni. Proprio con lei, infatti, Sofia aveva visto la prima edizione de “Il Collegio” e, insieme coltivavano il proposito di riuscire un giorno a prendere parte al programma. Su Instagram si chiama @sofiabrixel_ e ha già 44mila follower. su Tic toc ha 149mila follower.

Elisa Angio

Diffdente e scontrosa specialmente nella fase iniziale della conoscenza con gli altri, Elisa Angio ha un caratterino niente maschio. Permalosa e testarda, ma anche generosa e leale con chi le è amico, la 15enne cagliaritana confessa di perdere facilmente la pazienza, tanto che nell’ultimo anno ha fatto oltre 50 assenze a scuola. «Non riuscivo a andarci, perché – ammette – i miei compagni mi riuscivo più antipatici». La giovane sarda spera che l’esperienza all’interno de “Il Collegio” la aiuti a diventare un po’ meno sgarbata, prepotente e litigiosa. È una ragazza molto corteggiata, ma a lei non interessa mai nessuno… Su Instagram si chiama @elisaangio e ha 6800 follower.

Alessia Abuscia

Alessia Abuscia, 14 anni di Crosia (CS), è una ragazza dalle forti opinioni. «Posso parlare con tutti, – spiega – ma l’ultima parola dev’essere la mia». La giovane, che da grande vorrebbe fare l’estetista, si definisce menefreghista e provocatrice. La sua indole cocciuta la porta spesso a discutere. «Quando non mi va di litigare, anche se è raro – aggiunge – , dico ‘No comment, perché se comment, gross comment’, che significa ‘Non ti commento, perché se ti commento, ti…offendo’». Per l’adolescente calabrese, che non ama studiare, la scuola è una vera «tortura». Su Instagram si chiama @alessia.abrusciaa e ha 1000 follower.

[Foto: RaiPlay]

Leave a Comment

Your email address will not be published.