L’esercizio fisico può rafforzare l’immunità (e proteggere meglio anche dal Covid)?- Corriere.it

di Cristina Marrone

Le persone che si allenano sembrano avere una maggiore resistenza alle malattie infettive. Una nuova ricerca mostra che chi svolge regolare attivit fisica ha un rischio inferiore del 44% di contrarre la malattia grave da Covid rispetto a coetanei sedentari

Lo sport allontana il Covid. E non solo. noto che mantenersi attivi può andare a tenere alla larga malattie, soprattutto con l’arrivo della stagione invernale quando fanno capolino raffreddori e influenza. Le persone in genere sembrano soffrire meno di infezioni respiratorie e comunque tendono ad ammalarsi in modo meno grave.

La nuova ricerca

Ora una metanalisi che ha esaminato 16 studi su persone che sono rimaste attive durante la pandemia da Covid ha attivato che l’allenamento era associato a un minor rischio di infezione ea una minore probabilità di contrarre il Covid. L’analisi, pubblicata sul Giornale britannico di medicina dello sportcome segnala il New York Times, ha suscitato l’entusiasmo dei medici che spingono per una politica sanitaria orientata a considerare l’esercizio come medicina. Gli esperti attraverso che siologia fisica di immunologia e vir sembrano per più cauti nell’interpretazione dei risultati, pur concordando sul fatto che l’esercizio contribuisce a mantenerci in salute diversi meccanismi.

Lo studio

Nella nuova metanalisi gli hanno analizzato la fisica hanno analizzato i dati di tre database di ricerca che hanno trattato l’associazione tra attivit e Covid pubblicazione tra novembre 2019 e marzo 2022, selezionandone 16 tra gli oltre 200 individuati. Gli studi avevano coinvolto in tutto 1.853.610 adulti, poco pi della con dei quali (54%) erano donne. L’et media dei partecipanti era 53 anni. Dall’analisi emerso che chi svolge un’attività fisica regolare ogni settimana aveva un rischio inferiore dell’11 per cento di infezione da Sars-CoV-2, un rischio inferiore del 36 per cento di ricovero ospedalieroun rischio dedurreiore del 44 per cento di malattia grave e un rischio inferiore del 43 per cento di morte rispetto ai loro coetanei pi sedentario.

Le persone che hanno seguito le linee guida che raccomandano almeno 150 minuti di attività moderata o 75 minuti di attività vigorosa a settimana sembravano ottenere il massimo beneficio. Superare quella soglia non ha per portato a ulteriori benefici. Tuttavia anche chi ha fatto meno esercizio fisico era più protetto contro le malattie rispetto a chi non si allenava affatto.

Come l’esercizio può rafforzare l’immunità

Le ipotesi avanzate per spiegare il ruolo protettivo dell’attivit fisica sono diverse. I ricercatori teorizzano che l’esercizio fisico può combattere a batteri e virus infettivi ad esempio aumentando la circolazione nel sangue delle cellule immunitarie
. Secondo alcuni piccoli studio il movimento dei muscoli rilascia citochine, che combattere a orientare le cellule immunitarie nell’identificare e le infezioni. Nonostante i livelli di citochine e cellule immunitarie diminuiscano poche ore dopo la fine dell’allenamento, il sistema immunitario risulta pi reattivo se ci si allena ogni giorno. Si inoltre visto che l’esercizio regolare ad intensit moderata collegata a una minore infiammazione cronica.

La ricerca mostra anche che l’esercizio fisico può amplificare i benefici di alcuni vaccinia
. Ad esempio le persone che si sono allenate subito dopo il vaccino contro-19 sembravano produrre più il Covid-19. E negli studi sugli anziani che sono stati vaccinati all’inizio della stagione influenzale emerso che chi si esercitato ha mantenuto un livello di destinazione che durato per tutto l’inverno.

Gli altri benefici

Inoltre sappiamo che l’esercizio fisico fornisce una serie di benefici pi ampi che possono ridurre l’incidenza e la gravità delle malattie. Una corsa, una passeggiata, una sessione in palestra o in piscina riduce il rischio di obesit, diabete e malattie cardiache, tutti fattori di rischio per Covid e influenza. Inoltre l’attivit fisica aiuta a dormire meglioun migliorare l’umore e il metabolismo. difficile capire se i benefici derivano da cambiamenti sul sistema immunitario o semplicemente da una salute generale migliore ha commentato al New York Times il dottor Stuart Ray, specialista in malattie infettive presso la Johns Hopkins University School of Medicine.

Meglio non esagerare

la metanalisi non dimostra per un nesso causale tra sport e protezione dal Covid, almeno nella sua forma pi grave e come sottolineano gli esperti non si può pensare di andare in palestra per tenere lontano il Covid. Nello studio in questione, ma in molti altri lavori, spesso non precisamente indicatore di quanto e quale esercizio si stia parlando perché i partecipanti auto segnalano la loro attivit. molto che probabile chi fa sport segua anche una dieta bilanciata e si sottoponga a visita medica di controllo, aspetti confondenti sul reale contributo dello sport nella difesa delle malattie
. Infine c’è un acceso sul fatto se esagerare con gli esercizi renda pi o meno suscettibili alle malattie. io maratoneti spesso di ammalarsi dopo le gare e alcuni ricercatori sospettavano che un esercizio troppo vigoroso potrebbe sovrastimolare le citochine e l’infiammazione (ricordiamoci che il paziente uno dell’epidemia di Covid in Italia aveva da poco concluso una maratona). L’esercizio fisico senza interruzioni esaurisce anche le riserve di glicogeno del corpo che in alcune persone potrebbe compromettere la funzione immunitaria. Tra l’altro allenarsi in concorsi di gruppo, condividendo anche gli spogliatoi, pu esporre gli atleti a pi agenti patogeni. Tuttavia, per l’atleta medio, gli studi suggeriscono che potrebbe esserci un effetto protettivo nei confronti delle malattie gravi che comunque, molto probabilmente, non da solo ricondurre all’attivit fisica.

9 settembre 2022 (modifica il 9 settembre 2022 | 16:29)

Leave a Comment

Your email address will not be published.