Milenkovic: “Mi sento un leader della Fiorentina. Obiettivo vincere la Conference League”

Il central serbo prende la parola in sala stampa per raccontare la sua scelta di legarsi ulteriormente ai colori viola

E’ il giorno di Nikola Milenkovic. Il central serbo prende la parola direttamente dalla sala stampa ‘Manuela Righini’ all’interno dello stadio Franchi. Di seguito la Dirette Testuale di Fiorentina.it.

SUL RINNOVO. “E’ un giorno molto importante per me. Sono contento ed emozionato. Vorrei fare un passo indietro all’anno scorso. Venivamo da due stagioni difficili e ne io né la società eravamo convinti di lasciarci. Io ho voluto un confronto per capire il progetto della società. Poi l’arrivo di Italiano è stato determinante per me. Così ho di nuovo per un anno con la promessa in questa tenuta. Ho capito che qui c’è un grande progetto, la società ha grandissime ambizioni. Vediamo tutti che la Fiorentina sta nascendo. Per me la conferma di Italiano era molto importante. I tifosi mi hanno sempre dato tanto affetto in questi anni ma specialmente nell’ultimo periodo. Mi sento molto amato qui a Firenze. Commisso, Barone e Prade hanno fatto un grandissimo lavoro per tenermi qua e sono contento di aver fatto questa scelta“.

SULL’IMMAGINE PIU’BELLA.L’ingresso in Europa. Ma sarebbe ancora più bello entrare in Champions League ed è quello che abbiamo tutti in testa. Vediamo quando riusciremo ad arrivare“.

SULLA CRESCITA.Mi sento crescere sotto tutti i punti di vista sia come calciatore che come uomo. Mi sento un leader di questa Fiorentina e devo aiutare tutti i nuovi che arrivano da noi. Ho fatto una scelta importante per il mio futuro. Mi sono preso del tempo per pensare e poi ho capito che rimanere alla Fiorentina era la cosa che volevo di più”.

SUL FINIRE LA CARRIERA A FIRENZE. “E’ una scelta molto importante per il mio futuro e sono contento di questa scelta che ho fatto. E’ presto parlare per il futuro ma sto molto bene a Firenze. Vedremo“.

SU ITALIANO: “Con il mister ho un ottimo rapporto. Mi sta aiutando a crescere molto. E’ un tecnico vincente e ambizioso. Tira fuori il meglio da tutti noi. Ha idea chiare che vuole proporre contro chiunque e questo è un aspetto molto importante per me. Lo ringrazio per quello che ha fatto per me e sono sicuro che faremo grandi cose in questa stagione tutti insieme“.

SULLA FIORENTINA CHE STA NASCENDO. “La società sta facendo un grande lavoro anche a livello delle strutture con il Viola Park. Anche noi giocatori non vediamo l’ora di allenarci al Viola Park. Vedo che la Fiorentina sta crescendo di anno in anno ed è un aspetto molto importante per me”.

SUGLI ABBONAMENTI.Sono il nostro dodicesimo uomo. Ci danno sempre tanta spinta in campo e abbiamo fatto vedere anche l’anno scorso che giocando in casa abbiamo fatto tantissimi punti. Li ringrazio per i tanti abbonamenti già fatti e sono certo che il Franchi sarà una bolgia per tutti”.

SULLA FASCIA DA CAPITANO.Portare la fascia è una cosa speciale. Portare quella di Davide sarebbe ancora più speciale. Ora il nostro capitano è Biraghi e lo sta facendo davvero molto bene. Siamo tutti molto contenti di lui”.

LEGA CONFERENZE SULLA.L’obiettivo è migliorare l’anno scorso e quindi entrare nelle prime sei. L’altro obiettivo è vincere la Conference League perché vogliamo regalare grandi gioie ai nostri tifosi. Vincere un trofeo sarebbe una grande cosa“.

SU GIOVIC: “E’ un grandissimo giocatore, è un attaccante che gioca a calcio come pochi. Ha tecnica, visione di gioco e precisione. Vede sempre la porta. Viene da due anni non facili ma così quanto può osare e potrei tranquillamente scommettere su lui che farà bene alla Fiorentina“.

SUL PERCHE’ HA SCELTO LA FIORENTINA. “Per la società, i tifosi e il mister. Poi sentivo dentro di me che rimanere era la cosa migliore. Io amo questa città, questo club e non potrei tradire i miei sentimenti”.

SULLA STAGIONE. “Sarà una stagione molto impegnativa perché ci saranno tantissime partite e dovremo essere tutti pronti. Giocheremo su tre fronti e non sarà facile. Vedo una fiorentina migliorata rispetto all’anno scorso. Sono arrivati ​​​​giocatori importanti che ci faranno fare un salto di qualità ma il valore aggiunto sarà la continuità con l’italiano in panchina. Saremo più forti della passata stagione. Aspettiamo Commisso a Firenze e spero che domenica arriveranno al Franchi tanti tifosi a darci una mano“.

Leave a Comment

Your email address will not be published.