Morgan contro Max Casacci dei Subsonica che definisce “pavone imbalsamato”: “Volevo collaborare, ha detto no”. La replica: “Stronzat*, volevi Sanremo” (“bamboccio”)

D’estate non si accendono solo gli incendi a causa delle elevate temperature. Succede anche sui social che qualcuno prenda un colpo di sole e scateni una polemica infinita, appiccando un vero e proprio incendio di repliche e controrepliche. È quello che è accaduto tra Morganacapo dei Bluvertiginee Max Casacci tra i fondatori deis subsonici. Il primo sulla pagina de Il Corriere della Sera ha denunciato: “Ho pensato ‘ca**o, dobbiamo fare delle cose assieme’, ho scritto a Max Casacci e sono rimasto gelidamente seccato dal suo no”. Immediata la replica di Casacci che ha spiegato: “Lo scorso anno a seguito di una foto scattata nei camerini, durante la manifestazione omaggio a Franco Battiato Invito al viaggioche ritraeva Subsonica e Bluvertigo insieme, si accese un certo hype sui canali social di radio e magazine. A seguito di ciò Morgan propone di cogliere l’occasione, di adattare uno dei suoi brani nel cassetto e di presentare insieme nientemeno che a Sanremo”. La proposta è di quelle che fanno tremare le vene ei polsi. Casacci ha quindi aggiunto qualche dettaglio su come, pare, siano andate realmente le cose: “Ora, vorrei un attimo inquadrare il contesto: Subsonica a Sanremo non è una cosa che prendiamo così alla leggera, ma anche l’immagine ‘Morgan a Sanremo’ trascina con sé un impegnativo pregresso. Colgo l’occasione per fare un saluto al grande Bugo. Faccio una domanda, per alzata di mano: chi ha voluto partecipare a Sanremo insieme a Morgan, nella parte di Bugo? Vediamo un po’…strano, non vedo mani alzate. A parte questo i subsonica in quel momento erano in altre faccende, più o meno individuali, affaccendati. Io intonavo lupi api e balene di terrafoniaper esempio. In una band esiste sempre il portavoce delle posizioni scomode e mi toccò formalizzare il diniego. L’unico vero no ad oggi pronunciato”. E sempre il chitarrista dei Subsonica ha illustrato come sia venuta in mente la proposta a Morgan: “Bluvertigo e Subsonica salgono insieme sul palco del Rugby Sound Festival di Legnano. Serata bellissima, abbracci intensi. Il giorno dopo il cellulare si cintura nuovamente di messaggi esplosivi che riprendono le fila del discorso di un anno prima. ‘Perché ti ostini a non prendere in considerazione… ecc‘. La risposta sarà che i subsonica sono in procinto di confronto per un prossimo album e che prenderemo sul serio la proposta di scrivere un brano con i Bluvertigo. Con calma. Date queste dichiarazioni sul perfido Casacci, mi pare di capire che il vero obiettivo sia la possibilità di rientrare nelle grazie di Sanremo dopo il patatrac, utilizzando le band come truppe cammellate. Con buona pace dell’Arte e del Genio. Dato l’affetto fraterno che provo per Marco e la stima immutabile, ‘quasi quasi’ spero di sbagliare”. Morgan non si è accontentato e ha trascritto sui social dei versi contro Max Casacci: “Parla a vanvera / Max Casacci che offende e dice balle / Max casacci che rovina la festa / Max Casacci che odia la musica / Max Casacci produttore narcisista patologico / Max Casacci chitarrista discutibile / Max Casacci fratricida e sleale opportun Maxu Casaccie preportunt in realtà fascista / Max Casacci uno dei pochi veri misantropi rimasti / Max Casacci persona non gentile / Max Casacci uomo inanimato / Max Casacci pavone imbalsamato / Max Casacci inevitabile speranza d’evitarlo / Max casacci bullone nel culo / Max Casacci bullone nel culo Casacci megalomane mascherato da megalomane smascherato / Max Casacci faccione per antonomasia / Max Casacci rinuncia alla gioia / Max Casacci nemico degli individui felici / Max Casacci invidia nello sguardo falsato e ingrato / Max Casacci madonnaro infinito?”. Non contento di questo il cantautore ha pubblicato anche un messaggio privato di Casacci dai toni durissimi: “Ascolta, vedi di darti una regolata e non scrivere balle e altre stronzate, offese comprese, stai buono e rifletti se sei in grado di un minimo sindacale di coscienza, che se pubblico io gli screenshot della nostra conversazione ci fai una mega figura di merda che metà basterebbe a far vergognare chiunque. Sei una persona davvero boriosa e gratuitamente sprezzante, ingenerosa, sai tariffa da solista il comandone come un bamboccio viziato che ancora a sessant’anni sta a sottomettere gli altri per sentirsi qualcuno. Sei in torto marcio questa volta hai proprio agito da vera merda, come nessuno si dovrebbe permettere di fare, men che meno un artista. Ma hai mostrato il fianco tu non solo non sei un artista tu fai acqua umanamente perché ti credi chissa chi, affari, però stai nel tuo e vedi di non sparare cazzate e rispetta le persone, impara prima o poi a essere un signore, cos che proprio non sai fare. Spero sia chiaro il messaggio perché la volta prossima che la fai fuori dal vaso te la ributto in faccia e te la faccio mangiare”. Finira qui la querelle tra i due artisti? Arriverà qualcuno a gettare acqua sul fuoco di questa polemica durissima, a tinte social?

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme
le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idea, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie
Pietro Gomez

sostienici ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Vittorio De Scalzi morto, addio al fondatore del gruppo New Trolls. Renato Zero: “Lascia un vuoto”

prossimo


Leave a Comment

Your email address will not be published.