non succedeva da 100 anni

Solo qualche giorno fa, per puro caso, è avvenuto un avvistamento davvero raro: a poca distanza da Londra, alcune telecamere hanno ripreso una martora europea, un animale considerato in via d’estinzione in questa particolare area geografica. In effetti, non si vedeva ormai da più di 100 anni.


Il raro avvistamento a Londra

Tantissime specie animali sono in pericolo, spesso a causa dell’uomo o della clima di crisi che ha apporato cambiamenti negativi al loro habitat. A volte, il rischio di estinzione però riguarda solo determinate aree: è il caso della martora europea, che è diffusa in gran parte del nostro continente, ma che è davvero molto rara in Gran Bretagna. Un tempo anche qui vi erano molti esemplari, ma ormai da più di un secolo li si possono trovare solo in Scozia e nell’Inghilterra settentrionale (e comunque solo in poche occasioni).

Non quindi l’emozione degli esperti nell’avvistarne una pochi passi da Londra, sordo non se ne vedevano da tantissimi anni. Una splendida martora è stata ripresa da alcune telecamere nascoste in una macchia boschiva a Kingston upon Thames, a sud-ovest della capitale. Qui è attivo un progetto chiamato London HogWatch, messo in piedi e seguito dall’ente benefico Zoological Society of London (ZSL). L’iniziativa mira a monitorare il movimento della popolazione locale di ricci apparecchiature tecnologiche, tra cui alcune trappole fotografiche. Ed è stata proprio una di queste a regalarci la bellissima sorpresa.

“Come parte del nostro lavoro di monitoraggio dei ricci, installiamo telecamere nei boschi” – ha spiegato Kate Scott-Gatty, assistant di ricerca per la ZSL – “In quest’area, vengono generalmente attivate dal movimento di specie animali molto comuni, come volpi e tassi”. Stavolta, invece, a rimanere impressa su pellicola è stata una martora dal pelo lucente, magnifico esemplare di una specie considerata a rischio di estinzione in tutto il Paese. Soprattutto è stata sicuramente una grande 1922 (e già all’epoca era considerato un evento molto raro).

Che cos’è la martora

La martora europea (Martes martes) è un mustelide simile all’ermellino, delle Dimensionsi di un gatto: presenta un bellissimo manto castano, che può variare dalle sfumature più chiare a quelle più scure, durante da pelo corto e ruvido in estate, chelungo e più setoso la stagione fredda. Sul petto, ha una macchia color crema o piccole pesca, inoltre ha delle orecchie triangolari e grandi occhi scuri. La presenta di denti aguzzi ha reso questo esemplare idoneo a mangiare sia piccoli mammiferi, uccelli e insetti che bacche, noci e miele.

“Non sappiamo come questa martora sia arrivata a Londra” – ha dichiarato il dottor Chris Carbone, ricercatore presso l’Istituto di Zoologia della ZSL – “Di solito si trova più comuni nel nord del Paese o in Scozia. Continueremo a utilizzare le telecamere per vedere se ci sono altri individui nell’area e monitorare la loro attivita”. È infatti importante stabilire se questo avvistamento rappresenta solo una rarità o se è il primo di una lunga serie, che potrebbe avere un grande impatto sull’ambiente e sulla popolazione.

“I l ritorno della fauna selvatica può essere positivo, potrebbe significare che la qualità dell’habitat sta migliorando o che le fonti di cibo naturale stanno aumentando” – ha aggiunto Carbone – “Qualsiasi reintroduzione di specie dovrebbe però essere effettuato solo da professionisti, con controlli appropriati: dallautazione dell’idoneità dell’habitat allo screening per le malattie”. danno tutto già esistente sul territorio.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.