Occhio alla vista, al Policlinico visite gratuite dedicato tutte le persone over 40 con diabetici

Diabete, occhio alla vista. Sabato 17 settembre il reparto di Oculistica del Policlinico Universitario Paolo Giaccone attualmente situato al presidio Belmonte di Palermo, organizza un open day di visite dedicato alle persone con diabete over 40.

“Nella nostra regione, le malattie della retina come la retinopatia diabetica colpiscono circa un terzo della popolazione diabetica e circa il 2% dei pazienti con diabete sviluppa la forma più grave di tale complicanza e il 6% sviluppa edema dicenzaara diabetic professor la dema diceara Bonfiglio , professore associato presso la Clinica Oculistica di Palermo. Queste incidenze diventano ancora dramma piùtiche se si considera che la percentuale del diabete mellito è in costante aumento negli ultimi decenni. La retinopatia diabetica e l’edema maculare diabetico sono le malattie più comuni e temute del diabete mellito, la cui insorgenza è strettamente correlata alla durata della malattia e allo scarso compenso glicemico. Tali complicanze hanno un forte impatto individuale e sociale poiché portano alla difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane come governare, leggere, svolgere mansioni domestiche fino alla grave perdita della vista nelle forme più gravi. Il fatto che spesso il coinvolgimento oculare ha un esordio insidioso ei sintomi legati al danno retinico indotto dal diabete (retinopatia diabetica ed edema maculare diabetico) sono lievi o assenti porta, purtroppo, ad un ritardo alla diagnosi”.

In questa situazione è importante la tempestività nell’intercettare questa malattia nelle fasi iniziali. La diagnosi precoce e l’accesso tempestivo a terapie efficaci possono in molti casi essere salva vista. “Aderiamo con favore alla campagna ‘Diabete, occhio alla vista’ che vede alcuni degli oculisti del Presidio Belmonte guidati dai medici responsabili delle malattie della retina (professoressa Vincenza Bonfiglio e professoressa Maria Vadalà) sulfureo papa d’a la conolazia sensi possibili complicanze a carico della retina e sull’importanza delle visite periodiche, nonché informarli delle possibili terapia oggi a loro disposizione” aggiunge la professoressa Vincenza Bonfiglio.

Le persone diabete, soprattutto dopo i 40 anni, dovrebbero sottoporsi con all’esame del fondo oculare, anche in assenza di una sintomatologia, in modo da poter definire precocemente la comparsa di prima della lesione non invalidliteriori edi capacità visiva. La campagna “Diabete, occhio alla vista” è promossa da Diabete Italia Onlus in collaborazione con diversi centri oculistici ed è sostenuta con il supporto non condizionato di Allergan, società del gruppo AbbVie.

“Siamo felici di promuovere questa campagna che coinvolge diversi ospedali in Italia grazie alla preziosa collaborazione con gli specialisti, a favore dei pazienti più fragili – dichiara Stefano Nervo, presidente Diabete Italia Onlus -. I programmi di screening hanno un forte impatto sociale in quanto le malattie della retina che possono colpire i diabetici restano asintomatiche per molto tempo. Per questo le persone che soffrono di retinopatia diabetica e di edema maculare diabetico spesso arrivano alla diagnosi tardivamente. Ma basterebbe sottoporsi regolarmente ai controlli oculistici per ridurre in maniera significativa le gravi complicanze visive”.

Gli specialisti oculisti del Presidio Belmonte di Palermo saranno a disposizione per una visita gratuita e per informazioni sulla prevenzione. Gli esami oculistici (esame del fondo oculare e Oct) saranno finalizzati all’individuazione precoce delle complicanze del diabete a carico dell’occhio quali retinopatia ed edema maculare diabetico. Per accedere a tutte le visite gratuite è necessario la prenotazione da effettuare chiamando il numero verde 800,200,203 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 13. Le visite possono essere prenotate fino a esaurimento dei posti disponibili. La fruizione di una consulenza non comporta priorità per la prenotazione di visite o prestazioni diagnostiche successive, che possono essere prenotate poite secondo le modalità previste dalle autorità sanitarie locali.

Ogni minuto in Italia viene effettuata una nuova diagnosi di diabete. Secondo l’Italian Barometer Diabetes Observatory, gli italiani che soffrono di diabete sono circa 3.5 milioni, il 6% della popolazione adulta. Le patologie della retina legate al diabete sono fra le principali cause di cecità al mondo. Si stima infatti che dopo 20 anni di diabete, più del 90% dei pazienti con diabete di tipo 1st il 60% di quelli con diabete di tipo 2 hanno segni di retinopatia diabetics.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.