Pallanuoto World League, Italia in finale: Spagna battuta

Una sfida emozionante a Strasburgo, decisa da Alesiani a 1’45” valle termine (9-8). Campagna: “Difesa straordinaria”. Domani tutti e 20 contro gli Stati Uniti

Franco Carrella

La ferita per i Mondiali sfumati ai rigori è ancora fresca, il Settebello la trasforma in energia positiva per prendersi la rivincita. A Strasburgo, nella semifinale di World League, gli azzurri battono la Spagna e le sfideranno gli Stati Uniti per coronare il grande traguardo: è l’unico trofeo che manca in bacheca. “È stata una bella partita, come lo sono sempre tra Italia e Spagna: combattuta, intensa, molto tattica e con un ritmo pazzesco. Nella prima parte meglio noi, nella seconda meglio loro. In difesa siamo stati straordinari. Abbiamo e vinto, meritatamente senza qualche ingenuita, lo scarto poteva essere maggiore” esulta Sandro Campagna.

EMOZIONI

Anche Martin, come il ct azzurro, è giunto in Francia senza alcuni big (Perrone, Mallarach, Munarriz, Granados, Larumbe) per un inevitabile turnover in questa intensissima estate, ma i sostituti non sono novità assolute. Unica squadra imbattuta nella prima fase, la Spagna sorpassa il Settebello soltanto in un’occasione – il 3-2 di Garcia a inizio secondo tempo – ed è costantemente costretta a inseguire. L’Italia è in palla, punge spesso in controfuga e fa il primo minibreak al 18′ col 6-3 di Cannella, vantaggio conservato pure all’inizio dell’ultimo quarto con il vivace Renzuto in superiorità numerica per l’8-5, poi la decisione reazione dei campioni del mondo: Garcia, Valera e Tahull confezionano il pareggio in appena due minuti e mezzo. La rete della vittoria è firmata da Alesiani, alla sua migliore prestazione in queste cinque giornate, con un tiro fulminante dai sei metri a 1’45” dalla sirena. In Tribuna Condemi e Ferrero, tra i migliori in campo Nicholas Presciutti: due magie nel secondo tempo per il 3-3 e il 4-3. Affonteremo dunque gli Stati Uniti (tutti e 20 in diretta su RaiSport) che ci hanno battuto nel girone. In una pazza semifinale con la Francia, gli americani volano sul 13-9 prima di fare i conti con l’espulsione per brutalità di Vavic (sarà squalificato), che costringe all’inferiorità numerica per 4′: i padroni di casa introduce il 13 -13, poi si arrendono 16-15.

L’EVENTO

Intanto a Sassari il coordinatore delle nazionali Fabio Conti ha presentato la Sardinia Cup, torneo che vedrà di scena sia il Settebello sia il Setterosa dal 3 al 10 agosto: cominceranno le azzurre contro Olanda, Grecia, Ungheria, Spaaigna tocicherà, poaigna tocicherà del mondo contro Serbia, Croazia e Grecia.

ITALIA: Del Lungo, Alesiani 2, Damonte, Iocchi Gratta, A.Fondelli 1, Cannella 2, Renzuto 2, Marziali, N.Presciutti 2, Cassia, Di Somma, Dolce, Nicosia. tutto. campagna. SPAGNA: Aguirre, Pericas, Biel, Sanahuja 2, De Toro, Valera 1, Famera, Cabanas, Tahull 1, Barroso 1, P.Garcia 2, Bustos 1, Lorrio. tutto. D. Martin. ARBITRATO: Peris (Cro) e Dutilh-Dumas (Ola). NOTA: sup. numero. Italia 8 (3 gol), Spagna 6 (3).

Venerdì 22: girone A, Spagna-Australia 13-10, Montenegro-Serbia 16-8; girone B, Italia-Canada 17-5, Francia-Usa 19-17 ai rigori (14-14).

Sabato 23: girone A, Australia-Montenegro 9-8, Spagna-Serbia 20-15. Girone B, USA-Canada 15-13, Francia-Italia 8-9.

Domenica 24: girone A, Spagna-Montenegro 12-10 ai rigori (8-8), Serbia-Australia 14-7. Classificazioni: Spagna 8; Montenegro 4; Serbia, Australia 3. Girone B, USA-Italia 13-9, Francia-Canada 12-8. Classificazioni: USA 7; Italia 6; Francia 5; Canada 0.

Lunedì 25: quarti Italia-Serbia 14-7, Spagna-Canada 13-6, Usa-Australia 12-11, Francia-Montenegro 12-9.

Martedì 26: semifinali Italia-Spagna 9-8, Francia-Usa 15-16.

mercoledì 27: finale 3° posto Francia-Spagna (18), Italia-Usa (20).

Leave a Comment

Your email address will not be published.