Pogba, infortunio al menisco laterale. I tempi di recupero

Il francese non parteciperà alla trasferta di Dallas e nelle stanze o nelle ore verrà sottoposto a una visita specialistica. Salterà l’avvio di campionato

Dalla Nostra Inviata Fabiana Della Valle

Quarantacinque minuti in campo contro il Chivas, qualche lampo della sua classe, un gran tiro che poteva diventare gol e la tiratina d’orecchie di Massimiliano Allegri: “Pogba ha avuto una buona occasione all’inizio ma poi ha gigionegiato trop ormai non è più un giovane, non lo deve fare”. Tanto è durata la tournée americana del Polpo, che salterà non solo la prossima sfida di Dallas contro il Barcellona (in program nella notte tra oggi e domani) ma anche il primo mese di campionato, strong anche di più. L’ottimismo delle prime ore ieri ha lasciato il campo a una decisione decisamente meno confortante: il fastidio al ginocchio destro in realtà è causato da una lesione al menisco che molto probabilmente costringerà Pogba ad operarsi ea medale peri campos almeno . Una brutta tegola per la Juventus, che puntava sul nuovo numero dieci per una partenza lanciata in campionato.

Intervento negli Stati Uniti

Ieri Pogba non si è allenato, in mattinata è rimasto in albergo mentre la squadra faceva l’ultimo allenamento a Los Angeles prima della partenza in serata per Dallas. Non è salito sul volo per il Texas e la Juventus ha diffuso un comunicato sulle sue condizioni: “Pogba è stato sottoposto ad approfondimenti radiologici che hanno evidenziato una lesione del menisco laterale. Nelle consulenza ore sarà sottoposto a una specialistica”. La strada più probabile è quella dell’intervento: se consulto che centrocampista farà negli States nelle il ore il medico sottoposto a confermerà le sensazioni dei tempi accelerati, Polpo sarà subito un intervento in tempi accelera. Le possibilità di scongiurare l’operazione non sono molte, soprattutto perché si tratta di un problema che il giocatore si porta dietro da tempo e che sarebbe meglio risolvere una volta per tutte.

Due mesi fuori

Così Pogba non ci sarà sicuramente per l’inizio del campionato contro il Sassuolo nella sera di Ferragosto e salterà anche la prima giornata di Champions League, a settembre. Il rientro in campo in caso di intervento è prestito per fine settembre-inizio ottobre. Allegri dovrà far fronte all’emergenza schierando come mezzala sinistra Adrien Rabiot, che non è partito per l’America per motivi personali e adesso è in ritiro con l’Under 23. L’ex Psg non è più fatti sul mercato (si erano alcuni avanti club inglesi, ma nessuno di gradimento del giocatore) perché è il sostituto naturale del Polpo. Contro il Barcellona invece Allegri sta pensando di far giocare in quella posizione il giovane argentino Soulé, che domenica è stato provato nella mediana a tre con Locatelli in regia e McKennie a destra. Pogba si era fermato nell’allenamento di sabato pomeriggio: ha sentito una fitta al ginocchio destro al termine di un esercizio di tecnica e ha chiesto subito l’intervento dei sanitari. Quando è uscito dal campo zoppicava ed è stato accompagnato fuori dal medico e da un altro membro dello staff, però ha mostrato il pollice ai compagni per fare capire che era tutto a posto. Domenica mattina è rimasto in albergo, mentre i compagni s’allenavano sul campo della Loyola Marymouth University, per lavorare in palestra e in piscina. Nel pomeriggio invece ha seguito i compagni da bordo campo, deviando a far ruotare il pallone con le mani e sulla testa e concedendosi ai selfie dei tifosi. A gli chiedeva come si sentisse aveva risposto “bene”, forte per allontanare i cattivi pensieri. Gli esami hanno però toccato via ogni residuo dubbio: la tournée del Polpo è già finita ei tifosi non aspettano ancora un po’ per godersi la magia. fdv

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.