Quali sono i videogiochi più costosi, DLC inclusi? La folle classifica

In questi giorni è tornato a parlare molto dei DLC all’interno dei videogiochi: si tratta, per chi non fosse pratico, di contenuto scaricabilecontenuti scaricabili aggiuntivi che si possono ottenere pagando una cifra aggiuntiva rispetto al costo del gioco. Di solito, la presenza di DLC a pagamento è proporzionale al costo pagato per il videogioco: nei titoli gratis, ad esempio, di solito sono disponibili tantissimi DLC.

Ne abbiamo parlato perché ci sono state alcune legato polemico a Multiverso, il nuovo gioco di combattimento che sarà proposto come free-to-play e che potrebbe avere oltre $250 di valore in DLC per pass contenenti personaggi nuovi. La domanda curiosa, allora, si è posta da sé: quali sono i videogiochi più costosise vuoi comprare completi di tutti i loro DLC? Alcuni numeri che abbiamo rilevato partendo per questa missione che ci ha fatto sentire poveri (ma felici di comprare pochi DLC, ndr) sono davvero… fuori di testa.

La selezione non vuole (e non può) essere onnicomprensiva, ma vi darà un’idea di alcuni curiosi casi presenti sul mercato. Inutile sottolineare (speriamo) che i suddetti giochi possono essere giocati anche solo acquistando qualche DLC, o non comprandone affatto.

Europa Universalis IV – Oltre 400 euro

Europa universale IV è un ottimo strategico ad ambientazione storica firmato dai veterani di Paradox. Uscito nel 2013, il gioco ha tutt’oggi un costo di listino di 39,99 euro per l’acquisto del gioco completo.

Tuttavia, chi rendere ancora più ricca l’esperienza, con DLC che includono espansioni e content pack, può mettere le mani su 37 pacchetti aggiuntivi.

Il loro costo complessivo? 407,67 euro, secondo vapore.

Europa Universalis IV è disponibile dal 2013

The Sims 4 – Oltre 900 euro

I Sims 4 ha bisogno di pochissime presentazioni: il simulatore di vita di casa Electronic Arts è sempre molto supportato dall’editore, che pubblica un ciclo continuo game pack ed espansioni per arricchire l’esperienza. l’ultima, di cui vi abbiamo parlatovi permetterà di seguire i Sim adolescenti nei loro primi amori al liceo.

Il gioco, uscito nel 2014 (un’epoca d’oro per i DLC, va detto) ha tutt’oggi un costo di listino di 19,99 euro.

Tuttavia, se volete davvero tutti i 57 contenuto aggiuntivoc pubblicazioni da allora, aggiungi una questa cifra 979,44 euro mar. Il dato è riportato su Steam.

The Sims 4 è uscito nel 2014

Dead or Alive 5: Last Round – Oltre 1.000 euro

Era il 2015 quando Dead or Alive 5: Ultimo round si faceva strada nel mondo delle scazzottate spietate e, ad oggi, il titolo firmato da Team Ninja dimostra di non aver certo lesinato con i DLC. Scaricando la versione Combattenti principaliche presenta solo i contenuti base, si può avere accesso al gioco free.

Tuttavia, è possibile rendere l’esperienza un po’ più ricca acquistando 62 DLC in totaleche comportano una spesa di 1.035,38 euro, secondo i dati Steam.

Esiste anche la terza opzione per cui potete comprare il gioco a 39,99 euro, con DLC incluso per un valore complessivo di 136,67 euro. Non sono tutti, ma è qualcosa.

Dead or Alive 5: Ultimo round

X-Plane 11 – Quasi 3.000 euro

Gli appassionati delle simulazioni di volo sicuramente conosceranno Piano X 11gioco uscito nel 2017 e particolarmente apprezzato per il modo in cui cerca di riccreare fedelmente i cockpit e le esperienze a bordo del proprio aeromobile.

Il gioco è proposto con un costo di listino di 64,99 euro, ma abbonda anche di DLC – molti dei quali free dedicati alle attrazioni dei diversi continenti.

In totale ci sono 135 contenuto aggiuntivoc e, se doveste decidere di acquistarli tutti spendereste, secondo vapore, 2.913,38 euro. Chissa, con quella cifra può pagare anche una vera lezione di volo.

Piano X 11

Microsoft Flight Simulator X – Oltre 4.000 euro

Parliamo di 4.000 euro ma probabilmente saranno anche 5.000, considerando che è diventato impossibile contarli. Microsoft Flight Simulator Xuscito nel 2006, è stato per lungo tempo il punto di riferimento degli estimatori della storica saga di simulatori firmata da Microsoft.

Amatissimo e sempre popolare, il gioco è tutt’oggi disponibile su Steam per 24,99 euro – anche se il più recente Simulatore di volo Microsoft gli toglie ovviamente lo scettro di cocco del genere.

Tuttavia, l’esperienza si può completare con un numero terrificante di DLC, 260. La cifra dovrebbe svettare tra i 4.000 uova 5.000 euroma ci sono ottime possibilità che sia anche più alta – perché no, non siamo riusciti a sommare uno a uno tutti i prezzi dei 260 contenuti, considerando che Steam non riesce a mostrarli tutti insieme per fare la sommanoa perché.

Microsoft Flight Simulator X è uscito nel 2006

Rocksmith 2014 – Oltre 6.000 euro

Strumple la propria chitarra, anche con l’ausilio di un videogioco, è sempre un’esperienza come meravigliosa ed è alla base di un titolo Rocksmith 2014ora acquistabile con una ben fatta Remastered.

Il gioco ha un costo base di 29.99 euro (9.99 euro se avete l’original su disco), ma abbonda davvero parecchio di DLC.

Si parla, vieni in mostra vaporedi ben 1.555 contenuti aggiuntiviche brani tra le più svariate da acquistare singolarmente o in appositi pack dedicati agli artisti.

la somma arriva dalle parti dei 6.000/6.500 euro.

rocksmith

Train Simulator – Oltre 10.000 euro

È famoso ed è particolarmente un tormentone del panorama dei DLC: stiamo parlando di Simulatore di trenoil titolo del 2009 che vi permette di fare esattamente quello che dice il suo nome.

Seduti alla guida del vostro treno come macchinisti, potrete godervi ferrovie e diversi modelli di convoglio pagando il prezzo iniziale di 24.99 euro su vapore.

In alternativa, potete completare la proposta e arricchirla con… 676 DLC. Inutile dirvi che sommare a mano le cifre per dirvi quanto vi costerebbero alla precisione è complicato, ma si tratta serenamente di una cifra superiore ai 10.000 euro. Non maschio – si fa per dire.

Train Simulator è disponibile valle 2009

Menzioni d’onore: altre spese videoludiche fuori di testa

Ci sono in realtà altre stranezze videoludiche sul mercato Che costano un occhio della testa e meritano una menzione d’onore, DLC o no.

Esperienza VR free-roaming di Ascesaad esempio, è un gioco in realtà virtuale disponibile su Steam Valley 2019che promette una spaventosa esperienza di esplorazione con il vostro viscere per la realtà virtuale – sensazioni aptiche vengono «pavimenti vibranti». Come deve riuscire a realizzare la cosa rimane un mistero, ma è difficile immaginare di provarlo a proprie spese.

Il gioco, ed è un mistero, ha infatti un costo di listino di 999 euro. Se sbirciate le pochissime recensioni utente presenti, riportano praticamente tutte lo stesso messaggio, “Non male”, con un tempo di gioco irrisorio spesso sotto la mezz’ora. Nel dubbio, a meno che non siate milionari, probabilmente è meglio spendere in altro modo i propri soldi – perché non parliamo di un’esperienza che possa valere 999 euros.

Non si può poi non citare in chiusura il curioso caso di Star Citizenche fa storia a sé e che con i suoi Legatus Pack – acquistabili solo da chi aveva donato in precedenza più di 1,000 dollari, ha permesso di investire… 27.000 dollari per contenuti aggiuntivi su un gioco che, allo stato attuale, è ancora in gestazione. Al primo ne fece seguito un secondo da 36.000 dollariinfine un terzo da $ 40.000perché solo chi è poco ambizioso si ferma.

Difficile da battere.

Leave a Comment

Your email address will not be published.