quest’anno niente mega yacht in Sardegna, meglio un moscone nostalgico in Versilia- Corriere.it

Vi ricordate quando andammo in barca per fare la fila e salire sulle barche ancora più belle? Ormai fa poco chic. Una bella borraccia è l’ultimo accessorio più immancabile dell’estate meno caciarona ed ecologicamente corretto

(Lina Sotis) Sorridere, sorridere, fare otto espirazioni, otto inspirazioni, mettersi in posizione yoga, tirarsi su, ma con che cosa ? Con un bel sorriso e le vacanze nel cuore. Queste vacanze non saranno di corpo, di colpo di fulmine e di acciappamento e di delusione se nessuno ti ha guardato. Può darsi che qualcuno possa avvicinarsi a casa e allora converrà comperarsi un libro, certo, veloce, prima che sia finito, vieni L’Insegnamento del Buddhaun piccolo Adelphi che in questo momento sarà prezioso. Meglio considerare l’idea di rimanere a casa, perché prendere un aereo è impossibile: sarà cancellato e non conviene azzardare a meno che non si voglia considerare una vacanza a Fiumicino. A Milano, è vero, ci sono 40 gradi, ma consolaamoci: ci sono 40 gradi anche a Londra. Ah ecco, mi è venuta un’idea: adesso tutti vogliono poetare, cerchiamoci allora un bel corso di poesia. E se proprio vogliamo postarci andiamo ad Erbain quel posto dove le persone eleganti trascorrevano le vacanze, che loro chiamavano villeggiature, e oggi gli eredi se ne stanno rintanati in quelle bellissime ville. Qui incontri il costumista premio Oscar Franca Squarciapino, Piero Serra, ex direttore Pirelli Brasile, che nel suo parco ha fatto costruire una dimora con 10 una diversa dall’altra, dalla asiatica alla brasiliana. c’è poi Giorgio Maurizioscrittore dei fasti antichi di Erba che vive in quello che era lo studio di Hayezsì proprio quello del bacio famoso, che in quei posti era di casa, per non parlare di Stendhal, ma in fondo lui bravetutto. Non è forte meglio andare ad Erba, che è a mezz ‘ora da Milano, piuttosto che in Puglia dove si sta benissimo ma si muore di caldo e si incontrano Franco Tatò e la sua mugliera Sonia. Anche Edmondo Bruti Liberati è tornato nella sua casa di campagna, ma stavolta senza la sua Teresa che ci ha lasciati. In fondo cosa ci aspettiamo dalle vacanze? Incontrare persone e conoscere gente! Magari persone più solide che ci risolvano la vita. Vi ricordate quando andammo in barca per fare la fila e salire sulle barche ancora più belle? Ormai fa poco chic. Anche sul bagnasciuga non si può più fare assembramento e bisogna camminare in montagna stare bene attenti a camminare sul viottolo. Vacanza? In fondo sono vere solo se ci si ritrova a sorridere guardando la persona che ci cammina a fianco.

(Michela Proietti) Qualcuno azzarda persino: «E se facessimo rifornimento di gasolio per la barca in Tunisia?». Il rincaro dei prodotti petroliferi aguzza l’ingegno e ora anche gli armatori più snob fanno i conti con calcolatrice alla mano. Così anche il milanese, che si sente uomo di mare pur in assenza di specchi d’acqua cittadini, quest’anno farà meno inviti in barca, che di solito ha chiamato con il nome della seconda moglie (la prima barca ha di solito ha un nome più generico come Miramar). Con la crisi di governo, la guerra in Ucraina e il riscaldamento globale, l’invito sul Mangusta «ben cavallato» è poco chic, ma ancora meno chic è dissetare gli ospiti con bottigliette di acqua in plasticaperché la sciura attivista, nascosta sotto le mentite spoglie di un caffettano di Lisa Corti, contesterà più tardi con le amiche la scelta poco verde. Il milanese, che quasi sempre dice di aver fatto il corso al centro velico di Caprera e di essere un appassionato velista, per l’estate 2022 rispolvera l’idea di un «pedalò» simpatico sulla Riviera Romagnola, di un moscone nostalgico in Versilia o – con una cordata di amici – il noleggio di un caicco in Turchia o l’affitto di un tre alberi alle Eolie: e invece che parlare dei mega yacht ormeggiato in Sardegna («meno male che questa estate non ci sono»il ritornello delle signore…) riscopre che è molto più chic passare i pomeriggi a celebrare la bellezza di barche come il Kauris IV di Marco Tronchetti Proverache adesso, c’è da scommetterci , avrà in dotazione per gli ospiti udopo bella borraccia, ultimo accessorio immancabile dell’estate meno caciarona e più ecologicamente corretto.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratuitamente alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. abbastanza
fare clic su cura qui.

23 luglio 2022 (modifica il 23 luglio 2022 | 18:52)

Leave a Comment

Your email address will not be published.