Sabiri sfonda, Audero è prodigioso e la Sampdoria passa a Brescia

Molto caldo oggi allo stadio Mario Rigamonti che ha condizionato la partita

Quinta amichevole stagionale della Samp che conclude il ritiro in Val Camonica con una vittoria. Allo stadio Mario Rigamonti la squadra ligure ha battuto il Brescia per 2-0 con un gol di Sabiri, uno dei migliori in campo insieme al portere Audero, al 32′, e di De Luca su assist di Quagliarella al 92′. Amichevole giocata con un caldo afoso e una altissima umidità che ha messo a dura prova i muscoli dei calciatori in campo.

GAR – E’ partito meglio il Brescia della Sampdoria con la squadra di Giampaolo che si è fatta sorprendere al 4′ ma Audero ha neutralizzato con un grande intervento la conclusione di Niemeijer indirizzata all’angolino opposto a quello di tiro. Sampdoria più efficace sulla destra con Candreva mentre a sinistra Leris ha trovato difficoltà a produrre gioco soffrendo parecchio in fase di copertura. Giampaolo ha messo Verre e Sabiri in mezzo al campo con il primo che ha perso pallini sanguinosi mentre il numero 10 blucerchiato è stato illuminate nella zona centrale del campo. Caputo nel primo quarto d’ora è rimasto isolato in avanti non ricevendo adeguatamente assistenza dai compagni di squadra. Il Brescia ha chiamato ancora in causa Audero che si conferma in grande forma visto che si è fatto sempre trovare pronto.

ENORME SABIRIA – Il caldo asfissiante non ha fatto alzare il ritmo ma ha giganteggiato Sabiri che Marco Giampaolo si è inventato in mezzo al campo e il numero 10 è stato sempre lucido e non ha mai sprecato un pallone. La prima occasione nitida per la Sampdoria è arrivata al 25′ con un cross di Candreva dalla bandierina e Sabiri al centro dell’area di rigore ha colpito di testa ma si è fatto trovare pronto il doenre Andrenacci. Già al 32′ però in contropiede è arrivato il vantaggio blucerchiato e ancora per merito di Candreva che a destra è stato devastante. L’esperto di calcio italiano ha servito Sabiri che in piena area di rigore con un tocco preciso di interno destro ha fulminato il portere del Brescia. Lombardi che hanno provato a utilizzare le fasce e difatti la Sampdoria ha faticato a contenere alcune incursioni con la catena di sinistra difensiva maggiormente in difficoltà. Manelle gambe dei blucerchiati c’è anche il lavoro pesante svolto durante il ritiro ei ritmi si sono a tratti abbassati.

LONTANO IN DIFFICOLTA‘ – Però dopo il vantaggio quando la Sampdoria ha accelerato ha trovato dei varchi nella fitta retroguardia bresciana. Ma è anche evidente che alla squadra di Giampaolo serve un play e oggi la mancanza di un regista si è fatta sentire. Sampdoria poco attento in alcune situazioni con Verre che ha deluso molto avendo perso diversi palloni nella zona del campo appena fuori dell’area di rigore. Il primo tempo si è concluso con il vantaggio blucerchiato. Brescia è partito bene ma la Sampdoria dopo una fase iniziale di attesa ha risposto. Bene i cambi di gioco sugli esterni bassi e alti e la posizione di Sabiri assolutamente perfetta a centrocampo. In difficoltà Verre apparso affticato. Un po’ isolato Caputo in avanti. Leris a sinistra ha trovato difficoltà a produrre gioco ma si è adattato in un ruolo non suo. Vieira è stato timido, lento e poco reattivo. Candreva è stato l’ispiratore della manovra blucerchiata con Sabiri propositivo in fase offensiva e al 45′ non ha mai sprecato un pallone. Audero si è sempre fatto pronto, dimostrando che è in uno stato di grazia come al 40′ quando ha respinto una pericolosa conclusione di Ayè.

SECONDO PASSO – Nella ripresa è subito affiorata la stanchezza visto che il caldo asfissiante ha messo a dura prova i muscoli dei calciatori in campo, gli stessi dei primi 45 minuti di gara. Al 60′ bravissimo Audero che ha respinto una conclusione di Bisoli dopo una errata lettura della difesa ospite. Già 15′ i primi cambi con Giampaolo che ha iniziato la girandola delle sostituzioni. Fuori Candreva, Ferrari, Verre, Caputo e Augello; dentro Damsgaard, Murillo, Rincon, Quagliarella e Murru. Leris è tornato nella sua posizione preferita di destra, Damsgaard largo a sinistra. In difesa Murillo al posto di Ferrari. Clotet ha mandato in campo tanti giovani e la partita ha cambiato volto. Sampdoria più equilibrata con i reparti più vicini anche per merito di Rincon uomo di grande esperienza. I blucerchiati hanno cercato di ripartire in contropiede ma la stanchezza ha frenato le spinte dell’undici ligure. Il Brescia non ha avuto una grande idea non riscendo ad arrivare dalla parti di Audero. A 15′ dalla fine ancora cambi per la Sampdoria e Giampaolo ha messo tutti i giovani a disposizione in campo. La Sampdoria chiude in bellezza con il gol del 2-0 di De Luca su assist di Quagliarella in pieno recupero. Sampdoria che può essere soddisfatta anche se oggi Audero ha evitato la rete in più occasioni risultando il migliore in campo insieme a Sabiri e Candreva. Squadra blucerchiata che ha bisogno di rinforzi a centrocampo ma la phase di stallo è determinata dalle vicende society.

MARCATORIO: 32′ Sabiri, 90’+2′ De Luca.

BRESCIA: Andrenacci; Karacic, Adorni, Cistana, Mangraviti; Bisoli, van de Looi, Ndoj; Niemeijer; Moreo, sì. A disposizione: Perilli, Sonzogni, Garofalo, Galazzi, Bianchi, Labojko, Bertagnoli, Nuamah, Olzer, Tomella, Capoferri, Andreoli, Papetti. Allenatore: Clotet.

SAMPDORIA: Audero (77′ Ravaglia); Bereszynski (77′ Somma), Ferrari (63′ Murillo), Colley (81 Farabegoli), Augello (63′ Murru); Vieira (77′ Yepes); Candreva (63′ Damsgaard), Verre (63′ Rincon), Sabiri (77′ De Luca), Leris (77′ Stoppa); Caputo (63′ Quagliarella). Allenatore: Giampaolo.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.

AMMONITI: Niemeijer, Adorni, Karacic.

Leave a Comment

Your email address will not be published.