Sassuolo-Udinese, Dionisi: “Ci sono state due partite, espulsione ci ha condizionato”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Sassuolo dopo la sconfitta

“Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene contro una squadra in salute, abbiamo fatto la partita e non abbiamo concesso ripartenze, tranne in occasione dell’espulsione”. Lo ha detto Alessio Dionisintervenuto alla conferenza stampa al termine della sfida contro l’Udineseandata in scena questo pomeriggio al Stadio Mapei. Il tecnico del Sassuolo ha analizzato la prova offerta dalla sua squadra, sconfitto dagli uomini di sottil in occasione del match valevole per la sesta giornata del campionato di Serie A.

“Eravamo stati bravi trovando il vantaggio. Peccato perché su un disimpegno sbagliato siamo rimasti in 10. L’Udinese ha palla e sul gol non difeso in waya opportuna. Ma non facile. girate le scatole per l’approccio e per il primo tempo, il 3-1 è stata anche la conseguenza di provare a fare il 2-2 in maniera poco pensata. Erlic come mai non c’era? Problema muscolare, non era del tutto risolto.Siamo solo alla sesta partita e non ci sembrava il caso di rischiare”le sue parole.

CENTRO CAMPO – “Il centrocampo è più in difficoltà? Ci stiamo lavorando dall’inizio. A volte interpretavamo la gara come se fossimo a due in mediana. Per caratteristiche alcune delle nostre mezz’ali non hanno l’inserimento e quindi devo adattarmi dei caragiocatoriche. Non abbiamo giocatori tra le linee, come Raspadori. Dunque le mezz’ali devono andare ad occupare quella posizione. Nell’occasione dell’espulsione dovevamo fare il contrario di quanto fatto. da tutto lo storico dell’anno scorso. Siamo sulla buona strada”.

DEBITO PARTE –“Oggi possiamo parlare di due partite, una nel primo tempo dove agire deciso di lasciargli il possesso, facendogli fare la primata, senza allungarci, e questo li ha limitati. gamba, Frattesi è uno di questi.Questa è la strada, dobbiamo focalizzarci di più su cosa serve.I ragazzi si stanno attraverso mettendo in gioco, stiamo migliorando.Abbiamo cercato di difendervi per riattaccare in contropiede artgio?L’Udine abbiamo cercato di concedere un po’ di campo nella prima giocata per riconquistare compatti e trovare il gioco le soluzioni.

L’ESPULSIONE –“Sì, è un peccato. È una leggerezza quale nella ogni tanto giochiamo. Avevamo lavorato su questo, lo facendomo anche bene, ci siamo cascati. Ruan è stato sfortunato, è la gamba stava del giocatore dell’Udinese , addossodinese recuperare campo e l ‘episodio ha condizionato il secondo tempo. Ferrari ha fatto bene a seguire l’inserimento, abbiamo svuotato un po’ l’area perché Beto ha colpito da solo. Peccato, lavori in settimana ma poi l’avversario ti mette in difficoltà in maniera diversa , poi le analizzeremo tutte e cercheremo di migliorare”.

SECONDO RITMO – “A fine primo tempo cosa ho chiesto alla squadra? L’obiettivo era difendersi 4-4-1 e attaccare 4-3-2 ma non era facile perché la stanchezza subentra e non abbiamo tanta ragazzi, devi fare una scelta. I l “hanno interpretato bene, abbiamo concesso poco. Se parliamo in funzione del risultato devo dire che è stato un disastro, se parliamo della partita vista diciamo che meritavamo in vantaggio, poi in 10 ci siamo difesi un po’ più bassi. Non è normal poi prendere gol, non è che difendi basso e non prendi gol”.

SU FRATTESI –“Davide ha avuto una buona crescita l’anno scorso, ha iniziato la preparazione un pochino chiacchierato e ora sta cercando di recuperare il tempo perso. È una mezz’ala nata ma l’anno scorso ha giocato a due e ha fatto bene ‘anno abbiamo deciso di sfruttarlo per le sue sue forze sta crescendo, può crescere, ha potenziale per occasioni pericolose più di una volta creare in una partita, tant’è che qualità oggi è spesso crescendo in areaéchrubbiatteristic quests “ah conclusione Dionisi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.