Se riesci a fare questo numero di push up, sei in ottima salute

Secondo i medici di Harvard riuscire a fare un tot di push up (flessioni sulle braccia) è un indice di buona salute del cuore. Il numero magico è…

Eugenio Spagnuolo

– Milano

Come fornire lo stato di salute del nostro cuore? C’è un modo semplice: basta fare qualche push up per i pettorali (detti anche, erroneamente, flessioni, ndr). Uno studio recente rileva infatti che gli uomini che riescono a farne almeno un certo numero di seguito, sembrano avere molte meno probabilità di soffrire di malattie cardiache nei successivi 10 anni. Quanti push up?

alzati e saluta del cuore degli uomini

Secondo i ricercatori della Harvard TH Chan School of Public Health il numero magico è 40: gli uomini di mezza età che riescono a portare a quarantina di flessioni in un solo tentativo un termine a rischio ridotto del 96% di sviluppo come l’insufficienza cardiaca, rispetto a chi non riesce a completare 10 flessioni. Con una premessa: lo studio ha preso in esame uomini di mezza età con occupazioni attive, dunque i risultati non andrebbero presi in considerazione per donne, uomini meno attivi o di età diversa.

push up e malattie cardiache: lo studio

Per la loro ricerca, autori hanno esaminato i dati sanitari di 1.104 vigili del fuoco di sesso maschile e fisicamente attivi dal 2000 al 2010, che all’inizio dello studio avevano in media circa 40 anni e un indice di massa corporea medio di 28, 7. I partecipanti sono stati incaricati di eseguire il maggior numero possibile di push-up. I ricercatori ne hanno testato anche la resistenza sul tapis roulant e in seguito li hanno divisi in 5 gruppi in base al numero di flessioni complete, con incrementi di 10 flessioni per ciascuna categoria.

dopo 10 anni, 37 dei partecipanti hanno mostrato segni di una condizione correlata a malattie cardiache. La cosa sorprendente è 36 di loro non erano stati in grado di portare a termine più di 10 push up (i risultati del test sul tapis roulant invece non mostravano molte differenze rispetto alle diagnosi di malattie cardiache, ndr). I ricercatori hanno anche scoperto come man man che aumentava la capacità di fare un maggior numero di push-up diminuiva il rischio di malattie cardiache. “I risultati forniscono la prova che la capacità di fare dei push up potrebbe essere un metodo semplice e gratuito per aiutare a currencyre il rischio di malattie cardiovascolari in quasi tutti i contest”, afferma l’autore dello studio, Justin Yang, ricercatore in medicina del lavoro presso la Harvard TH Chan School of Public Health. “E, sorprendentemente, la capacità di fare un tot numero di push up è associato al rischio di malattie cardiovascolari più dei test sui tapis roulant“.

conclusione

Dunque, riuscire a fare 40 push-up scongiura il rischio di malattie cardiache? Non proprio. Gli stessi ricercatori avvertono che i risultati dello studio non supportano la capacità di push-up come predittore infallibile del rischio di malattie cardiache. Inoltre la coorte di studio era composta da uomini di mezza età in attività professionale, dunque i risultati non possono essere estesi all’altro sesso e ad altri gruppi come persone anziane o non attive, a diversi gruppi professionali o disoccupatiices, ma “sono ulteriori studi per esaminare più l’associazione tra capacità di push-up e incidenza di malattie cardiache in una popolazione generale di uomini di mezza età, nonché tra gli anziani e le donne”.

I ricercatori restano in ogni caso dell’avviso che poter eseguire un numero di push up maggiore di 10 sia associato a una minore incidenza di eventi cardiaci tra gli uomini adulti attivi. Pertanto, anche se sono necessarie ulteriori ricerche, i medici potrebbero tenerne conto, tra i diversi indicatori, per munto lo stato funzionale del cuore dei pazienti.



Leave a Comment

Your email address will not be published.