Sogniamo il Torneo dei Campioni

Si è da poco concluso il cammino di Mattia, Manuela ed Eleonora a Reazione a Catena e questo trio è stato intervistato da noi di tvpertutti. Il loro è stato un percorso durato esattamente 10 giorni. Costellato di trionfi, alti e bassi ed anche di emozioni. In tutto questo il divertimento non è mai mancato e con loro il spettacolo di giochi di Marco Liorni ha saputo delle puntate memorabili, di cui una è finita dritta negli annali della trasmissione.

Gli Affiatati e il confronto tra la prima e la seconda partecipazione a Reazione a Catena

Mattia, Manuela ed Eleonora benvenuti a Tvpertutti. Prima di tutto vi ringrazio per l’intervista concessaci. In questo periodo settembrino avete tenuto un banco a Reazione a Catena, ma questa per voi è una sorta di seconda occasione. A quando risale la prima partecipazione al game show di Rai 1? Hai trovato delle grosse differenze tra la scorsa e l’attuale edizione?

Buongiorno e grazie a voi per averci contattati, concediamo con piacere questa intervista. La prima partecipazione a Reazione a Catena risale ad agosto 2020, rispetto alla volta scorsa ci siamo presentati più sciolti davanti alle telecamere. La grande novità rispetto a due anni fa è stata la presenza del pubblico, che nei momenti più complicati ci ha dato un grande supporto. Per il resto ci siamo sempre sentiti in famiglia con i dipendenti Rai.

Tra tutti i giochi di Reazione a Catena, qual è il più difficile e qual è quello che non vedete l’ora di disputare?

Il gioco più difficile, quello in cui si prova la maggiore tensione è l’Intesa Vincente, poiché essendo il gioco decisivo la concentrazione deve sempre essere al massimo. Il più divertente è il “Quando, dove, come e perché”, in questo momento il cervello si libera dai pensieri, e la fantasia viaggia senza limiti.

I progetti dopo Reazione a Catena, Mattia sulla fidanzata: ‘si è fatta desiderare parecchio’

Eleonora e Mattia sono anche una coppia a tutti gli effetti. Come vis siete conosciuti e da quanto tempo state insieme?

Ci siamo conosciuti nel 2017 Banda musicale di Albiano d’Ivrea. Dopo un anno di amicizia (in cui Eleonora si è fatta desiderare parecchio!) nel 2018 è iniziato il nostro fidanzamento, siamo felicemente fidanzati da quattro anni e mezzo.

Siete, appunto, dei musicisti. Quest’estate siete stati impegnati con la stagione bandistica oppure visitate i concentrati su Reazione a Catena?

Quest’estate ci siamo dedicati interamente a Reazione a Catena, ci siamo allenati tantissimo all’Intesa Vincente, a qualsiasi orario del giorno soprattutto. Dalla metà di settembre riprenderemo l’attività musicale, con tanta voglia e con tanti progetti da portare a termine.

L’Intesa Vincente dimostra, appunto, che la vostra squadra ha una solida intesa. Una domanda per Mattia, ma cosa è accaduto al termine della puntata del 6 settembre, quella in cui ha scelto di seguire il proprio istinto e non osare retta alle sue compagne?

Guardando tutte le sere la trasmissione, ho sempre trovato colleghi difficili e sottili tra la parola vincente ed il terzo elemento. Alla prima puntata da campioni, questa mia impressione ci è stata confermata da un autore del program. Arrivati ​​allo sport, aveva un collegamento troppo diretto con il terzo elemento “Auto”, e per questo ho optato per l’altra parola che è deciso pensato. È andata male, ma è un gioco, questa non vincita ci ha motivati ​​ancora di più, portandoci grandi soddisfazioni nelle puntate successive.

La vostra avventura è finita anche negli annali della storia della tv italiana. L’8 settembre il programma è stato interrotto bruscamente per dare spazio all’edizione straordinaria del Tg1. Proprio quella volta il pubblico avrebbe dovuto assistere al vostro secondo trionfo stagionale. Che ne pensi dell’accaduto?

È stato un giorno molto triste, il giorno in cui si è chiusa un’epoca lunga settant’anni. L’edizione straordinaria del Tg1 è stata la miglior soluzione in quel momento, in quanto sapere tutto il mondo era tenuto a tempestivamente la notizia triste. La puntata è stata pubblicata il giorno successivo su Rai Playe noi campioni ci siamo adoperati nella pubblicizzarla il più possibile, in modo che tutti i nostri fan possano viverero gioire con noi.

Quali sono i vostri programmi futuri? Se potesse scegliere una squadra avversaria con cui battagliarvi, tra tutte quelle che hanno partecipato al game show, quale sarebbe e perché?

Mattia ad ottobre conseguirà la laurea magistrale al Conservatorio di Torino, Eleonora sosterrà alcuni esami universitari che la avvicineranno alla laurea triennale, mentre Manuela continuerà il suo lavoro di ricercatrice. Il sogno che stiamo cullando, è quello di essere richiamati a Reazione a Catena per il Torneo dei Campioni.

La squadra che vorremmo affrontare sono i «Tre di Denari», senza dubbio la squadra più forte di sempre a Reazione a Catena. Il loro modo di esprimersi e la loro Intesa sono stati un esempio per noi, li abbiamo studiati tantissimo durante l’estate.

Gli ex campioni di Reazione a Catena: la vincita, il grido di battaglia e il saluto finale ai fan

Hai già deciso che cosa fare con le vincite conquistate? Ve le spartirete oppure avete in mente un progetto in comune?

Sicuramente un bel viaggio, magari in un paese esotico. Dopodiché io ed Eleonora penseremo a progettare un futuro insieme, questa vincita ci aiuterà tantissimo. Manuela invece investira la vincita in qualche lavoretto casalingo.

L’anno scorso Reazione a Catena consentiva ai concorrenti di uscire il proprio grido di battaglia. Il vostro quale sarebbe stato in questo caso?

All’inizio della puntata dell’11 settembre, Marco Liorni ci ha chiesto di sfoderare il nostro grido di battaglia, “Si – può – fare!!!!!!!”

C’è qualcosa in particolare che vorreste dire ai vostri fan e ai lettori di Tvpertutti che seguono Reazione a Catena? Ancora una volta, grazie per l’intervista e in bocca al lupo per il futuro.

Ai nostri fan vorremmo innanzitutto dire grazie, abbiamo ricevuto messaggi di messaggi sui social di complimenti. È emozionante colpire durante una passeggiata ed essere fermati per scattare una foto. Il nostro obiettivo è quello di divertirci e di divertire, di riuscire a strappare un sorriso tutte le persone più in difficoltà.

Un ringraziamento enorme lo mandiamo alla Rai per averci richiamati e tutti i lettori che ci stanno seguendo. un momento troppo bello, una delle emozioni più belle della nostra vita.

Leave a Comment

Your email address will not be published.