Spagna, riforme progressiste e cambio ai vertici del Psoe. Sanchez si affida ai fedelissimi per maltrattamenti i Popolari alle elezioni 2023

Una delle frasi più ripetute ultimamente dal presidente del governo spagnolo, Pedro Sancheze”ir a por todas” (fare di tutto). L’annunciato sullo stato più della nazione (celebrato dal 12 al 14 luglio al Congresso dei Deputati) quando, con sorpresa di tutti, ha un pacchetto di tutti misure fortemente progressiste per combattere l’. Quello slogan però non è rimasto in Parlamento. L’ha commesso anche questo sabato, durante il comitato federale del psriunito per riorganizzare la direzione del partito che dovrà affrontare l’ultimo anno di legislatura e le elezioni amministrative e generali del 2023. Con un discorso dedicato all’importanza dell’ecologia e tutte le misure per evitare il cambiamento climatico – quest’anno la spaghetti è stata colpita da due ondate di estremo calorico e da una serie di incendiare che hanno bruciato più di 150mila ettari – il leader socialista ha dato inizio alla corsa ai fumetti. “Da questo momento il Psoe ha una priorità: vincere le elezioni in quelle comunità in cui si voterà nel 2023”, ha affermato prima di essere interrotto da una pioggia di applausi. “Abbiamo voglia di vincere, l’abbiamo fatto molte volte e lo rifaremo, non ho dubbi, nel 2023”, ha dichiarato riferendosi alle elezioni generali previste per il prossimo anno.

Sanchez si è riunito questo sabato il comitato federale, approfittando delle dimissioni improvvisate di Adriana Lastra, ex vice segretaria generale del Psoe, che ha lasciato l’incarico per motivi personali ormai. Lastra, che sta affrontando una gravidanza a rischio, ha affermato di aver bisogno di un momento di “tranquillità e riposo”. Con l’uscita di scena di una delle esponenti più fedeli al presidente, Sánchez ha la direzione del partitocon l’obiettivo di calmare le tensione e incomprensioni interni e migliorare la comunicazione, in vista di un autunno segnato da difficoltà economiche e dalle elezioni amministrative e generali del 2023.

La nuova direzione del Psoe è formata da un nucleo duro socialista che comprende esponenti autorevoli, credibili e conosciuti dagli elettori. Sanchez ha scelto la ministra delle Finanze, Maria Gesù Montero, come vice segretaria generale del Psoe, per sostituire Adriana Lastra. La ministra, di 56 anni, è laureata in medicina e per anni è stata vice direttrice di un ospedale di Siviglia. Prima di arrivare al governo nel 2018, è stata assessora alla Salute nel governo della Giunta dell’Andalusia. Il nuovo portavoce del partito nel Congresso dei Deputati è l’ex governatore dei Paesi Baschi, Patxi Lopez, mar 62 anni, uno dei veterani del Psoe. Nel 1987, a soli 28 anni, è diventato deputato del Congresso spagnolo. Dal 2009 al 2012 è stato presidente dei Paesi Baschic e ha avuto un ruolo fondamentale nei negoziati che decretarono la fine della banda terroristia etacome spiega il quotidiano spagnolo El Pais. Il ministero dell’istruzione, Pilar Alegria, è invece la nuova parla del partito. Classe 1977 e aragonese di origine, Alegría è stata assessora all’Innovazione, Ricerca e Università del governo di Aragona. Valle 2021 guida il ministero dell’Istruzione. Sebbene sia una politica emergente, da molti viene considerato un esponente importante per il futuro del partito.

Vieni specchio El Paisoltre a rinnovare la direzione del Psoe, il presidente ha creato un comitato parallelo che sarà decisivo per le scelte del partito e sarà diretto stesso Sanchez. Oltre alle ministre e all’ex presidente basco, entreranno a farne parte anche la ministra portavoce del governo Isabel Rodriguezil ministro della presidenza, Felice Bolanose quello di Cultura e Sport, Miguel Icetala portavoce del partito nel senato Eva Granadossegretario di Organizzazione del partito, Santos Cerdane Oscar LopezCapo di Gabinetto del Presidente.

Il rinnovo della direzione del PSOE avviene dopo il fallimento elettorale in Andalusia e in un momento in cui i sondaggi come preferito il Partito Popolare tutte convocazioni. Secondo l’ultimo sondaggio del cis pubblicato questa settimana, i popolari otterrebbero il 30.1% dei voti alle urn, contro il 28.2% dei socialisti. Unidas Podemos tornerebbe a essere la terza forza con un 13,4%, mentre Vox cadrebbe già il 12%.

Per invertire la rotta dei sondaggi e dei pessimi risultati elettorali, la scorsa settimana Sánchez ha annunciato una serie di misure progressiste per gli effetti l’effetto – gratuità di alcuni abbonamenti dei trasportiaumento di 100 euro delle borse di studio, una tassa straordinaria alla banca e agli extra profitti delle imprese energetiche (queste ultime varranno presentate la prossima settimana in Parlamento) – dando così un giro a sinistra che ha permesso di ricucire i rapporti con Unidas Podemos. L’obiettivo era anche riacquistare la fiducia degli elettori socialisti e della classe media, frustrati dalla crisi. “Dobbiamo fare tutto per proteggere la classe media lavoratrice da queste crisi intense che stiamo soffrendo”, ha così di questo sabato. Tuttavia, un sondaggio ha mostrato che il sondaggio sullo stato della nazione, la tre giorni in cui il presidente ha le misure, non ha suscitato interesse tra gli spagnoli. Un 47,8% degli intervistati lo considera poco o per niente interessante, mentre il 50,1% pensa che i problemi reali non siano stati trattati durante gli interventi parlamentari.

con il suo”ir a por todasSanchez ha messo in chiaro che farà il possibile per recuperare quei consensi persi. Oltre all’ e al conflitto in Ucraina, il governo ha diversi appuntamenti importanti in agenda prima della fine della legislatura. In autunno dovrà approvare la legge di bilancioin primavera ci saranno le elezioni amministrative e l’autunno successivo quelle generali. Inoltre, nel secondo semestre del prossimo anno spatterà alla Spagna la presidenza del Consiglio dell’Unione europea. “Ora dobbiamo mettere una marcia in più, manca un anno prima delle convocazioni. Mi rivolgo ai milioni di socialisti di questo paese e gli propongo di ir a por todas”, ha affermato Sanchez. La corsa ai comizi del 2023 è già iniziata.

Leave a Comment

Your email address will not be published.