Tornare indietro dalla Tesla? Mai

La Tesla Model 3 di Maurizio, full wrap e con i vetri posteriori oscurati.

Tornare indietro dalla Tesla Model 3? Mai e poi mai. Maurizio, un lettore di Santhia, replica un chi giudica che i tempi non siano maturi per l’elettrico.

di Maurizio Gallo

“Msono convinto a scrivervi dopo aver letto l’ennesima mail da voi pubblicata da una persona perplessa dal mondo BEV. Vi racconterò la mia esperienza con una Tesla Model 3 LR MY2021, che non posso cheutare. comunque non sia stata sicuramente essente da problemi, almeno all’inizio“.

tornare indietro dalla teslaTornare indietro dalla Tesla? No, anche se qualche problemano…

Al momento dell’acquisto l’auto mi fu consegnata con le targhe di un’altra! Se ne accorsero in Tesla dopo una settimana, al momento della consegna dell’altra auto al suo proprietario! Pensate mi fosse successo qualcosa… Poi, fin da subito, ho riscontrato un paio di difetti di verniciatura ed un graffio sul cielo, prontamente sistemati in garanzia. Mi sono poi stato sostituite:

  • telecamere previste laterale (mortalità)
  • il faro anteriore sinistro (bruciato),
  • il volante (si spellava),
  • le dovute guarizioni giroporta delle portere anteriori (rumorosi),
  • due giunti delle sospensioni anteriori (richiamo, erano rumorosi),
  • dovuto cerniere uno scatto delle portere anteriori (rumorosi).

Insomma, un po’ di lavoretti che potrebbero insinuare dubbi negli utenti più pignoli, ed io lo sono. L’auto però si è dimostrata fenomenale ed ora essenziale da difetti (quelli riscontrati non erano gravi). Dopo un anno e mezzo ancora non vorrei mai scendere“.

tronare indietro dalla tesla
L’interno della Tesla Model 3 (Foto: Tesla.com).

Piacere di guida, elettronica avanti anni luce e zero problemi di ricarica

piacere di guida mai provato, potenza impressionante capace di lasciare al palo delle sportive di razza e dal costo anche triplo. Elettronica avanti anni luce rispetto alla concorrenza, niente bollo nella regione in cui risorto, niente tagliandi. e risibili per l’energia tra km gratuiti che ho ancora ai Superchargers, avendo fatto molta pubblicità al marchio ed utenti all’acquisto. Chemi hanno premiato segnalando il mio numero di conto quando ancora questo dava diritto ai km in regalo. e colonna libera e ricariche domestiche che fra poco farò con energia ricavata da impianto fotovoltaico. Non ritornerei indietro nemmeno sotto tortura! Eppure in 30 anni ho avuto parecchie vetture termiche, mica ho vissuto sulla luna. Mai avuto problemi a caricare, mai inconvenienti nei viaggi lunghi, i tempi di percorrenza dei quali sono rimasti del tutto paragonabili a quelli riscontrati con le termiche. Con la differenza che arrivo fresco, riposato e con la voglia di risalire a bordo prima possibile“.

Quella volta che in coda al porto di Genova…

Senza costare io plus. Un esempio? Lo scorso anno arriviamo al porto di Genova, pronti all’imbarco per la Sardegna intorno alle 9 del mattino: traghetto in ritardo di 8 ore. OTTO! Noi fermi sullo spiazzo del molo con l’asfalto bollente e 40° insieme a anno di auto e divieto assoluto di accendere i motori. Gli altri automobilisti possono impazzere. Ombrelloni dai più finerini, gente che si sentiva maschio, chi si versava intere in testa bottiglie d’acqua fresca che spuntavano distribuite dagli addetti. Tre auto termiche si sono ritrovate con la batteria scarica e sono dovuto ripartire con l’aiuto di uno starter. Noi chiusi in auto con 24 gradi per tutte le 8 ore, con mio figlio di 5 anni che dormiva, giocava, guardava Netflix… il tutto al costo di un 38% di batteria. Arrivati ​​a porto per un 75% circa, all’imbarco 37%…. Sbarcati ad Olbia, in 25 minuti già compressore di nuovo all’85%.

Torna indietro dalla Tesla

Tornare indietro dalla Tesla? No, rispetto al mio vecchio diesel…

Per quasi tutti gli altri un viaggio da incubo, noi ce la siamo cavati solo con un po’ di pazienza. Ancora oggi mi ritrovo a parlare con parecchi scettici, che nella maggior parte dei casi tirano fuori luoghi comuni frutto solo di ignoranza (nel vero senso del termine), Oppure disprezzano la novità solo perché attaccati al vecchio concetto di motorizzazione come se fosse la squadra del cuore per cui tifare. O peggio perche, pensando di non potersi permettere un’elettrica, si comportano come la volpe con l’uva. Pensa che io, con incentivi regionali e statali, ho acquistato la mia con 17.440 euro mar scot vendendo poi anche il mio usato per 6.900. Ad oggi, la rata del leasing è alla fine addirittura inferiore alle spese di gasolio + bollo + tagliandi dell’auto precedente! In pratica la Model 3 nuova + spese mi costa al mese meno delle spese di mantenimento del vecchio Diesel Mitsubishi Outlander! Per me l’elettrico ha solo risvolti positivi, non posso che consigliarlo a chiunque. Provare per credere.

Leave a Comment

Your email address will not be published.