Tutti i libri del mondo a portata di clic. “4books” li racconta in pochi minuti

FirenzeUna piattaforma tecnologica e una App per leggere o ascoltare i principali concetti di libri internazionali e podcast di business, saggistica e auto-miglioramento. e 4 librinata nel 2017 all’interno dell’ecosistema Nonna Bianca, a Firenze, e che conta oggi oltre un milione di iscritti. Una spiegarne storia e obiettivi, Filippo Satollicoamministratore delegato di 4books.

Come e nata 4 libri?

«Dall’idea di due imprenditori digitali, Marco Montemagno e Paolo Barberi, che hanno intuito come la necessità di aggiornamento e formazione sarebbe continua diventata sempre più rilevante, scontrandosi con i ritmi frenetici di ognuno di noi. 4books risponde a queste esigenze: è una piattaforma tecnologica online e un’applicazione di micro-learning (o meglio di aggiornamento in pillole), che consenti di leggere o ascoltare, ogni giorno e in pochi minuti, concetti all legoe e s business . Unattività che permette di migliorarci e di decidere se approfondire ancor più un argomento».

Quali servizi propone?

«Attraverso l’app mobile e la piattaforma online, 4books propone l’analisi di oltre mille titoli di saggistica da leggere o ascoltare in 15 minuti; podcast con contenuti inediti ed esclusivi realizzati da esperti; una rassegna quotidiana (che si chiama The Update) delle principali notizie di attualità e di business, da leggere via email o nell’app. Ogni giorno mette a disposizione degli utenti almeno due nuovi contenuti in italiano, inglese e spagnolo. Ognuno può decidere quali competenze approfondire, magari facendosi governare dai percorsi di 4books come: vendite e negoziazione; produttività e gestione del tempo; salute e nutrizione; società e cultura; marketing e comunicazione; storia e filosofie; impresa e strategia e altri ancora».

Qual è stata la risposta del mercato?

«È un servizio apprezzato da oltre un milione di utenti nel mondo, con oltre 6mila recensioni a 5 stelle, un risultato molto rilevante per il mondo delle App. 4books è diventato uno strumento di crescita personale e professionale utilizzato anche dalle aziende come incentivo per i dipendenti».

Quali sono al momento il mercato di riferimento e il vostro giro d’affari?

«Operiamo soprattutto in Italia e nei Paesi di lingua spagnola, dove ci proponiamo come un innovativo ‘allenatore del cervello’, che tiene alta la curiosità e aiuta a migliorarsi a livello professionale e personale. Negli anni la nostra offerta è aumentato, così come il fatturato che, nel 2021, ha superato il milione di euro nel solo mercato consumer».

Prossimi obiettivi?

«Ampliare costantemente l’offerta di percorsi e competenze, sviluppare il mercato nei paesi latini, lavorare sul prodotto e utilizzare più strumenti in grado di acquisire ancor l’interesse degli utenti, ricorrendo anche alle tecgaminge tipiche . Meccanismi per diffondere il concetto di formazione continua nei lavoratori, per migliorare la conoscenza e la preparazione in un mondo che corre sempre più sotto la spinta dell’innovazione».


Drone Awards 2022. La foto vincente è «Big bang»

Si intitola «Big Bang» lo scatto del fotografo francese Armand Sarlangue scelto come vincitore assoluto del Drone Photo Awards 2022, il più importante concorso al mondo dedicato alla fotografia aerea che fa parte internazionale del Siena Awards, festival delle arti visive. La suggestiva immagine arriva dall’Islanda e mostra una fessura principale del vulcano Fagradalsfjall, immortalata dall’alto durante la fase eruttiva di settembre 2021. La foto vincitrice (a lato), selezionata fralla gidia immagini inviate da 2.624 partecipanti provenienti da 116 Paesi, sarà esposto, insieme ad altre foto premiate, alla mostra «Above Us Only Sky» alletita nel Museo di Storia Naturale «Accademia dei Fisiocritici» durante il Siena Awards, in programma una valle di Siena 1° ottobre già 20 novembre.

Leave a Comment

Your email address will not be published.