UniCredit, salta il polo privato di Vecchi. La lettera in cui Orcel rimette le “regione” al centro

Andrea Orcel ha ridisegnato la struttura italiana del gruppo UniCreditsuperando l’idea di un polo di wealth management e private banking affidato a Stefano Vecchi (in foto sopra) e rimettendo al centro la struttura retail delle “region”. Il private banking rimarrà all’interno delle strutture territoriali retail e si focalizzerà sul rafforzamento della collaborazione con i Regional Head.

Incerto il futuro di Vecchi, quasi certamente in uscita visto il laconico “vorremmo cogliere l’occasione per ringraziare Stefano Vecchi per il suo contributo e augurargli il meglio per il futuro” dichiarato dall’a.d. del gruppo. Non figura più nell’organigramma della presentazione che UniCredit dovrebbe ufficializzare mercoledì in occasione della presentazione dei numeri del primo semestre e che Citywire ha potuto vedere: in quel caso la casella del nome del responsabile Private è ancora contrassegnata da un anonimo “TBD”, da definire. Secondo fonti interne al gruppo è considerato possibile il ritorno di Renato Miraglia (in foto sotto) un capo dei banchieri privati.

Renato Miraglia - UniCredit PB

Ecco il testo della comunicazione interna inviata al gruppo dall’amministratore delegato insieme a Remo TaricaniaVicecapo per l’Italia (plenipotenziario del Paese dopo la recente uscita di Niccolò Ubertalli).

“(…) Tali cambiamenti rappresentano il prossimo passo a favore del nostro viaggio verso una continua semplificazione. Vi daranno maggiore chiarezza, favoriranno l’accountability, ridurranno la complessità e l’ambiguitàrimuoveranno silos non necessari e utilizzare a creare il senso di squadra, così da permetterci di lavorare all’insegna dell’eccellenza e di servire al meglio i nostri clienti’.

“Le 7 Regione, guida dai Capi Regionali – Luisella Altare, Marco Bortoletti, Andrea Burchi, Roberto Fiorini, Paola Garibottic, Salvatore Malandrino e Ferdinando Natalico, appena entrati in questa offerta per rafforzare il ruolo, prosegue la stretta collaborazione con i nostri Specialized Coverage Networks: Wealth & Large Corporates, così da garantire una copertura mirato di alto livello hoce un’ di prodotti . Questi ultimi saranno guidati da Massimiliano MastaliaSottolinea Orcel (in foto sotto).

E “tutti coloro appena nominati riporteranno direttamente al vice capo dell’Italy, eliminando così un livello nell’organigramma”.

“Il Client Coverage sarà completamente concentrato sulle 7 Region. Il Private Banking rimarrà all’interno delle Region e si focalizzerà sul rafforzamento della collaborazione con i Regional Heads per definire sinergie e servire al meglio i nostri clienti Sme”

“Il ruolo di responsabile di Italy Client Solutions viene annunciato meno, ea stretto giro verrà il nuovo ruolo di Alfredo De Falco”.

Andrea Orcel - UBS Wealth

“Tutte le attività di governance Centrale, saranno strategia basata sui dati, attività di marketing per il retail, il corporate e il private, inclusi lo sviluppo di prodotti e servizi, il Customer Value Management e la comunicazione di Business, aggregate sotto la guida di Annalisa Areni, all’interno di un team chiamato Client Strategies”.

“Barbara Tamburini continua a gestire il retail mentre Senter Vedat Sozer continua a guidere gli Canale di distribuzione alternativo. Stefano Chiarlone prenderà il ruolo di Head of Finance Italia al posto di Simone Marcucci. Vista l’importanza di ottimizzare il capitale in quest’area Portfolio & Pricing Management, che rimane sotto la guida di Ian Gloverriporterà ora al team Finance Italy”.

“Con l’obiettivo di continuare a semplificare la struttura degli uffici centrali, vengono consolidati tutte le funzioni amministrative sotto la responsabilità di Ilaria Maria Dalla Riva che dall’ufficio Funzioni Amministrative, continuano anche a governare la funzione di People & Culture Italy. Dalla Riva supervisionerà anche Operations Italy – area guidata da Isabel Garcia Leiva che si occuperà di gestire le attività di back-office e front-end e che includerà anche Real Estate Italy e Procurement Italy; coordinerà anche funzionalmente CDIO guidata da Luboslava Uram e Legal Italia guidata da Ermanno Bonesic”.

“L’attuale Italy Ceo Office saràsnellito, con il trasferimento di talenti e competenze chiave direttamente al business.Compliance, Audit e Risk rimarranno invariate, rispettivamente guidate da Mirko De Mario, Corrado Pavanatico e Giovanni Battista Avanzi”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.