Vuelta di Spagna 2022 – Roglic rompe il silenzio: “La caduta? Tutta colpa di un corridore (Fred Wrigh), è inaccettabile”

A qualche giorno dal tremendo incidente che lo ha costretto al ritiroè tornato a parlare Primoz Roglic. Nella Tappa di Tomares aveva fatto un numero pazzesco, poi però è finito per terra durante la volata tra Danny van Poppel e Fred Wright. Il corridore sloveno si era toccato con quello della Bahrain Victorious e gli è stata imputata la colpa di tutto quello che era successo: una volta che hai fatto il buco, perché fare la volata e rischiare di finire per terra? Dopo qualche giorno di silenzio, anche per riprendersi per la brutta botta, Roglic ha parlato e ha espresso un suo giudizio – molto critico – sulla dinamica della caduta. Il capitano della jumbo visma, che era ancora in corsa per la maglia roja, anzi aveva riaperto tutto nel duello con Evenepoel, dà la colpa a Fred Wright che gli toccato il manubrio durante le operazioni dello sprint. Un gesto maldestro del giovane corridore che ha fatto perdere l’equilibrio al campione uscente della Vuelta. la prima volta che Roglic fa esternazioni così di un collega, dandogli la colpa. ha ragione?

Vuelta di Spagna

La Bahrain risponde a Roglic: “È stato un incidente, Wright non devia la traiettoria”

10/09/2022 TUTTE 02:46

Le parole di Primoz Roglici

Non doveva successo. Le persone guardano avanti come se non fosse successo nulla, ma per me le cose non stanno così. Non è cos che voglio che questo sport vada avanti e voglio dirlo in maniera chiara. [Primoz Roglic al sito della Jumbo Visma]

Posso camminare un po’ e me lo faccio bastare al momento. Dopo la caduta mi ci è voluto un po’ per fare chiarezza su quanto sia successo. Mi sono chiesto come era potuto succedere e la mia conclusione è che il modo in cui è accaduto è inaccettabile. Non tutti hanno visto bene cosa è successo. La caduta non è stata provocata da un problema della strada o per una mancanza di sicurezza, ma dal comportamento di un corridoio. Non ho occhi sulla schiena, altrimenti mi sarei allontanato. Wright arrivava da dietro e mi ha quasi tolto il manubrio da sotto le mani senza che me ne accorgessi

ha ragione roglico o, semplicemente, una volta partita la volata poteva accordarsi senza rischiare di avere contatti con gli altri corridoi? Lui voleva prendere la scia di Danny van Poppel perché, a conti fatti, poteva anche finire 3° e prendere i secondi di abbuono. È finito per terra, dopo un grande numero, ma poi se n’è andato a casa.

Roglic sotto shock: sguardo vitreo dopo la caduta e ginocchio ko

Richard Plugge (responsabile della squadra Jumbo Visma)

Sono state effettuate ricerche su numerosi incidenti di gara. Sono stati inseriti in un database e le cause sono state classificate. Gli ostacoli, ad esempio. Così come ‘colpa del ciclista’ o ‘colpa degli altri ciclisti’. È giusto parlare di punti non sicuri in un percorso, come l’asfalto della Vuelta a Burgos. Tuttavia, le ricerche dimostrano che il comportamento dei ciclisti è responsabile di una caduta in circa la metà dei casi. Non si frena, ma si accelera, ad esempio. Non mi sorprende, perché ogni ciclista ha la voglia di vincere. Voglio dire a tutti ‘frenate e usate il cervello’. necessario cambiare comportamento, guidato dalla consapevolezza e dalla coerenza di giudizio

Poco dopo l’incidente in Polonia, è quasi finito maschile alla Milano-Sanremo per il 3° e il 4° posto. Fortunatamente è finita bene, mail il comportamento è rimasto impunito. Dobbiamo affrontare la questione in modo adeguato. Dieci anni fa, i corridoi più anziani lanciano l’allarme perché i più giovani mostravano meno rispetto, correvano rischi irresponsabili e si lanciano strada in ogni modo. I giovani di un tempo sono gli anziani di oggi. Ma si sente ancora la stessa discussione, anche se noi siamo una generazione più avanti. Quindi la situazione deve cambiare. Sono contento che Primoz ne parli, si guardi allo specchio e citi anche i comportamenti dei corridoi

Roglic aveva piazzato il numero della Vuelta: rivivi il suo attacco

Roglic stravolto al traguardo: arriva scortato da Teunissen dopo l’ennesima caduta

Dove seguire la Vuelta in Diretta tv e streaming

La Vuelta 2022 sarà trasmessa in DIRETTA su Eurosport 1 (Canali 210 di Sky e su DAZN) con la telecronaca di Luca Gregorio e Riccardo Magrini tutti i giorni a partire dalle 14.30. Se non vuoi perdere neanche un metro delle 21 tappe di questa edizione, senza pubblicità, potrai seguire la Vuelta di Spagna in streaming su Eurosport Player, Discovery+ (Scopri l’offerta) e GCN+ con tanti contenuti esclusivi in ​​più. Sarà anche possibile recuperare tutte le corse On Demand su tutte le nostre piattaforme.

Presentazione chic: i corridori vanno via in barca per i canali di Utrecht

Vuelta di Spagna

Il ginocchio fa troppo maschio: Roglic si ritira dalla Vuelta

07/09/2022 TUTTE 08:34

Vuelta di Spagna

Roglic, il campione che cade troppo spesso: ma si rialzerà

07/09/2022 TUTTE 05:09

Leave a Comment

Your email address will not be published.